Quali sono i settori commerciali che in Italia resistono alla crisi?

Teamwork and corporate profit

Per il nostro paese, inutile negarlo, dal punto di vista economico non è un momento brillantissimo. Sempre più aziende non riescono ad uscire dalla crisi economica che ormai da anni attanaglia decine di migliaia di imprese. Le previsioni che nel 2019 vedono il PIL in crescita dello 0,1 % non sono affatto incoraggianti e, anzi, fanno registrare una netta involuzione rispetto ai tre anni precedenti. All’interno di questo scenario a dir poco preoccupante, tuttavia, ci sono dei settori commerciali che non solo non sembrano accusare nessuna flessione ma, anzi, fanno registrare dei numeri record in termini di utili e di crescita complessiva del fatturato.


L’e-commerce ed il mondo del digitale

La rivoluzione digitale ha cambiato in modo radicale gli usi e i costumi di tutto il mondo e, di conseguenza, anche del nostro paese. Se è vero che già nell’ultimo decennio si era manifestata con estrema evidenza la continua ed inesorabile crescita di tutto ciò che avesse a che fare con il mondo digitale, è altrettanto vero che negli ultimi anni questo settore è letteralmente esploso. Ciò è avvenuto sia perché il percorso di transizione dal “fisico” al digitale sta probabilmente per giungere a compimento in ogni ambito della nostra società, sia perché gli utenti acquisiscono sempre maggior fiducia nel web. Come raccontato dal Sole 24 Ore, i numeri parlano chiaro e ci raccontano di un settore che in Italia fa registrare dei numeri impressionanti. L’e-commerce, guidato dal colosso Amazon, è ormai uno dei settori maggiormente redditizi del nostro sistema economico, ed a giovarne sono anche quelle centinaia di aziende italiane che nel corso degli anni hanno deciso di collaborare in modo sempre più stretto con l’azienda capitanata da Jeff Bezos. Oltre all’e-commerce, un altro settore in enorme espansione è quello legato alla vendita di servizi di consulenza digitale. Le aziende che operano in questo settore, tra cui spicca il nome della napoletana Buzzoole, stanno allargando sempre di più il loro raggio d’azione, passando dalla semplice consulenza alla gestione dei dati sensibili, sino a giungere all’elaborazione di strategie di marketing calibrate sulle esigenze del committente e dell’utente finale.


Il giro d’affari prodotto dal gioco d’azzardo

Il gioco d’azzardo, in tutte le sue forme, rappresenta uno dei settori che negli ultimi anni ha fatto registrare una delle crescite maggiori all’interno del mercato italiano. I numeri, come sempre, non mentono e ci aiutano a comprendere in modo semplice e diretto ciò di cui stiamo parlando. Come raccontato anche da La Repubblica in un recente articolo, gli studi di settore dimostrano che nel 2019 il gioco d’azzardo si è attestato come la terza industria del nostro paese. Nonostante ciò, i casinò fisici sono in continua e costante crisi, come testimoniato dal fatto che solo negli ultimi due anni sono stati costretti a dichiarare fallimento, dapprima il Casinò di Saint Vincent e poi quello di Campione d’Italia. Tale crisi è stata principalmente determinata dal fatto che, ormai, sempre più appassionati del gioco preferiscono divertirsi sui portali online specializzati in gaming, i cosiddetti casinò online, piuttosto che nei casinò tradizionali. A trainare il settore del gioco d’azzardo, insieme alle scommesse sportive, sono sicuramente le slot machine: dei 96 miliardi spesi ogni anno dagli italiani nel gioco, ben 49 miliardi sono vengono giocati alle slot machine, sia fisiche che online. Non è un caso, pertanto, che attori del settore come Betway Casino stiano dedicando sempre più attenzione a questo settore, permettendo agli utenti di scegliere tra più di 100 slot, partendo dalla più classica delle slot machine, la cosiddetta Fruit Slot, sino a giungere a quella ad ambientazione Game of Thrones, ispirata alla celebre serie tv.


Il food business

Un altro settore commerciale che non risente minimamente della crisi e che, anzi, negli anni sta facendo registrare numeri sempre più importanti, è quello legato al cibo. Partendo dal mondo dell’agricoltura biologica e del cibo sostenibile, passando per la cultura del mangiare bene diffusa con sempre maggior frequenza dai cosiddetti Chef-Star, e giungendo sino alle grandi aziende come Eataly, il food business è uno dei motori trainanti dell’economia del nostro paese. Negli ultimi anni, inoltre, sulla scia di quanto sta avvenendo nelle altre parti del mondo, c’è un altro settore legato al cibo che sta crescendo a dismisura sia in termini di fatturato che di utenti. Stiamo parlando del food delivery, un mondo che nell’ultimo anno in Italia ha fatto registrare un indotto complessivo superiore ai due miliardi di euro e che si dimostra ancora molto acerbo e con enormi margini di crescita. Data la sua recente esplosione, quello del food è un mercato ancora tutto da scoprire e in futuro rappresenterà uno dei punti di forza del nostro paese.

Nonostante l’economia del nostro paese non se la passi benissimo, ci sono dei settori che oltre a resistere alla crisi, stanno riuscendo a ritagliarsi sempre più spazio all’interno del mercato globale. Il mondo sta cambiando e, con esso, anche il commercio. Le nuove frontiere del business sono ancora per lo più ignote e ogni imprenditore che si rispetti, se vuole avere successo, non può non tenere conto delle nuove tendenze dell’economia globale.