Lunedì 09 Dicembre 2019
   
Text Size

Turi si prepara ad accogliere i lavoratori stagionali

Campo migranti Turi 2018

Quasi ultimato l’allestimento della “foresteria” in via Conversano.
Carabinieri e Polizia Locale intensificano i controlli


Anche quest’anno nei pressi del campo sportivo “Oronzo Pugliese” verrà allestito un campo di accoglienza destinato a ospitare i lavoratori stagionali extracomunitari, che giungono a Turi in occasione dell’inizio della raccolta delle ciliegie.

A stabilirlo è stata la deliberazione di giunta regionale, adottata lo scorso 15 febbraio, con cui si confermano gli interventi per la realizzazione della “foresteria”, intitolata a Stefano Fumarulo, dirigente della Regione Puglia prematuramente scomparso, la cui vita è stata dedicata in gran parte alla lotta contro le mafie, alla tutela dei diritti dei migranti e alla costruzione di una società multietnica.

In queste ore, dunque, si sta provvedendo a installare i 34 i moduli abitativi, ciascuno della capienza di quattro persone, assieme a un modulo ufficio, tre moduli per i servizi igienici e tre per i servizi doccia; tutti forniti in comodato d’uso gratuito.

Si attendono ora le determinazioni del Commissario Cantadori, che dovrebbero arrivare nei prossimi giorni, con cui verranno disciplinate le regole di accesso al campo di accoglienza e si individuerà l’ente cui affidare il compito di supervisionare la vita nella foresteria, registrando i lavoratori in uscita e in entrata e verificando che venga rispettato il regolamento già adottato lo scorso anno.

Indiscrezioni, inoltre, prospettano l’introduzione di un possibile contributo di tre euro che verrebbe chiesto ai braccianti che decideranno di usufruire della “foresteria”. Una misura che permetterebbe al Comune di recuperare una parte delle spese, necessarie a rendere funzionali i moduli, che lo scorso anno ammontarono a circa 33mila euro.

Al di là dell’aspetto economico, come ribadì a maggio 2018 il governatore Michele Emiliano, giunto a Turi per inaugurare la “foresteria”, l’obiettivo di questo provvedimento è duplice. Da un lato consente alle imprese agricole, che hanno bisogno di manodopera, di alloggiare i lavoratori in modo civile, circoscrivendo i fenomeni di bivacco e degrado che in passato hanno tristemente connotato la vita del paese tra la metà di maggio e la prima decade di giugno. Dall’altro lato, si previene sul nascere ogni forma di “caporalato” o sfruttamento del lavoro, questo perché si crea un luogo controllato dove le Forze dell’Ordine hanno la possibilità di verificare chi assume i lavoratori e a quali condizioni. Inoltre, chi è ospitato all’interno della foresteria ha il permesso di soggiorno e regolare contratto di lavoro, quindi la “catena della legalità è assicurata”.

Ed a proposito di controlli, una nota di merito va ai Carabinieri della locale Stazione e ai colleghi della Polizia Locale che, con uno sforzo straordinario di mezzi e risorse umane, stanno costantemente pattugliando il territorio cittadino. Un impegno che ha dato già i primi risultati: sono stati identificati e invitati ad allontanarsi alcuni lavoratori stagionali extracomunitari che, in attesa dell’inizio della raccolta delle ciliegie, si erano accampati a Largo Pozzi, nei pressi del cimitero e in alcuni cantieri edili.

FD

Commenti  

 
Valr
#2 Valr 2019-05-15 10:40
Sperando che si comportino civilmente verso tutti e anche verso il canile ..l anno scorso buttavano per inciviltà i loro escrementi in buste di plastica verso i cani
Citazione
 
 
Maria Lo
#1 Maria Lo 2019-05-14 11:27
Col Comissario sono stati limitati i disagi degli scorsi anni e senza costi per il Comune, dal momento che è stato tutto pagato dalla Regione coi fondi europei. Ma i prossimi anni gli amministratori saranno bravi come il Commissario?
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.