Via o “pista” Conversano

via conversano auto

Possiamo dire con cognizione di causa, a seguito di diverse segnalazioni, che mancano solamente le ragazze pon pon allo start sul ponte di via Conversano, per definire quella strada un circuito ad alta velocità.

Sempre per ironizzare, il tabellone indicante la velocità raggiunta è stato già installato, si potrebbe chiedere alla prossima amministrazione qualche gradinata lungo il tragitto, per tifare l’automobile più sfrecciante, così da poter attrarre, chissà, qualche turista.

Purtroppo, è quanto accade quotidianamente: in quella parte di città densamente abitata, le uniche a rispettare il limite di 50km/h sono le macchine agricole, per ovvi motivi. Molti gli incidenti, soprattutto all'altezza dell'incrocio con il Residence Regina, fortunatamente - e speriamo sempre - senza nefaste conseguenze.

Ricordiamo che Il PUG è lo strumento di disciplina urbanistica a livello comunale, elaborato dall'amministrazione con l'aiuto concreto e fondamentale della cittadinanza, ai sensi della legge regionale n. 20 del 27/07/01, recante le "Norme Generali di governo ed uso del territorio". Questo strumento è articolato in previsioni strutturali e previsioni programmatiche; suggeriamo di intervenire con qualche dissuasore, o perché no, con l’installazione di un autovelox. Sarebbe un’occasione ghiotta, altresì, per riempire le esigue casse comunali, grazie ai tanti automobilisti indisciplinati.

Quello che più ci sconforta è che queste soluzioni, sono state utilizzate in tutte le città. Quindi perché non farlo anche a Turi? Motivazioni quali “non sono previsti dossi” o “rallentano il passaggio delle ambulanze”, sappiamo benissimo che non reggono. Finora solo rassicurazioni, è arrivato il momento di agire.
Ai posteri l’ardua sentenza…

GIANLUCA MARINI