Venerdì 19 Luglio 2019
   
Text Size

'Servizio Tossicodipendenze', chiude la sede di Gioia del Colle

serd gioia

Gli utenti di Turi saranno smistati tra Acquaviva e Putignano

Dal 14 gennaio il Ser.d di Gioia del Colle, il servizio pubblico per le dipendenze patologiche del Sistema Sanitario Nazionale, ha sospeso la sua attività.

La causa di quella che si preannuncia l'anticamera della definitiva chiusura è il pensionamento del dott. Michele Lamparelli, che aggrava ulteriormente la carenza di personale già segnalata da oltre un anno.

I circa 110 pazienti, tra cui anche gli utenti turesi, saranno progressivamente divisi tra il centro di Acquaviva, che insieme alla sede di Grumo già serve i sei Comuni del Distretto Sanitario 3, e la struttura di San Michele in Monte Laureto a Putignano, che ha in carico il corposo bacino del Distretto sanitario 14. Prevedibili i disagi sia per raggiungere le nuove sedi sia per i temi di attesa e, dunque, di somministrazione di terapie.


Promesse tradite

Esattamente un anno fa, il 31 gennaio 2018, l'Amministrazione gioiese incontrava l'allora Dirigente generale dell'ASL Bari, dott. Vito Montanaro, per verificare lo stato dei servizi sanitari del territorio.

Una delle questione affrontate fu proprio quella del SER.D e della carenza di personale medico presso il servizio tossicodipendenze. «Il Dr. Montanaro - si legge nella nota divulgata all'epoca dal Comune di Gioia - pur riconoscendo l’importante funzione sanitaria e sociale del servizio, conferma la difficoltà di reperire medici di psichiatria e con l’occasione smentisce le voci diffuse di chiusura della struttura gioiese, semmai la stessa sarà migliorata anche attraverso la nuova sistemazione logistica presso il poliambulatorio di via Ariosto. Oltretutto a breve sarà inaugurato l’SPDC (Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura) a Putignano e questo allevierà il carico di pazienti sul SERT di Gioia del Colle».

Non solo il promesso servizio psichiatrico putignanese non si è mai realizzato ma, come detto in premessa, anche l'unità di Gioia del Colle ha chiuso i battenti, lasciando sguarnito l'intero distretto sanitario 13, che include appunto i Comuni di Casamassima, Gioia, Sammichele e Turi. Da oggi gli utenti turesi saranno costretti ad aggiungersi agli utenti di altri due distretti, il Distretto 5 (sede di Acquaviva delle Fonti) e quello 14 (sede di Putignano).

Una delle soluzioni proposte all'attenzione della Giunta Emiliano e della stessa Direzione dell'ASL è di trasferire il Ser.d di Acquaviva a Gioia del Colle. In questo modo il Distretto Sanitario 5, pur perdendo la sede di Acquaviva, avrebbe comunque un suo punto di riferimento a Grumo e il Distretto 13 (in cui rientra il nostro Comune) continuerebbe a usufruire del centro di Gioia del Colle, rafforzato da personale medico e infermieristico adeguato alle esigenze del bacino d'utenza.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.