Martedì 25 Giugno 2019
   
Text Size

Boschetto Zaccheo, il Comune cerca sponsor per l'area sgambatura

Boschetto Zaccheo

Le spese per attrezzare la porzione del parco destinata ai cani
sono state stimate in circa 2700 euro

Dopo l'approvazione del regolamento comunale per la gestione e la fruizione delle aree di sgambatura per gli amici a quattro zampe, l'ing. Di Bonaventura, in ossequio all'indirizzo politico contenuto nella deliberazione del 7 settembre 2018, ha redatto apposito computo metrico che quantifica in poco meno di 2700 euro la spesa necessaria per adeguare la porzione di area del cosiddetto "Boschetto Zaccheo" da destinare alla sgambatura dei cani.

Infatti, come abbiamo ricordato nell'ultimo numero, nella deliberazione dello scorso settembre il Commissario Cantadori formalizzava l'intenzione dell'Amministrazione di offrire alla cittadinanza ulteriori spazi in cui portare a passeggio i propri cani. Ragion per cui, oltre al giardino di via Conversano indicato dalla Giunta Coppi nel settembre 2017, si includeva anche una porzione del "Boschetto Zaccheo". E veniva disposto che fosse il Settore Lavori Pubblici a delimitare lo spazio da riservare ai cani, installando una recinzione con cancello di ingresso e idonei cestini per la raccolta delle deiezioni canine.

Una decisione quella del dott. Cantadori maturata anche dopo il confronto con Albino Malena, supportato dai volontari di Mobedì, che a più riprese si era fatto portavoce di un progetto di riqualificazione dell'area verde, prevedendo di creare uno spazio condiviso per bambini e amici a quattro zampe e di preservare la colonia felina che da tempo dimora all'interno del parco. Tutto a costo zero, giacché Malena si era impegnato a farsi carico di ogni costo pur di strappare all'incuria e al degrado un'area abbandonata a se stessa.

Ora, partendo dal computo metrico recentemente approvato, il Comune inizierà la ricerca di sponsorizzazioni "allo scopo di promuovere la partecipazione attiva dei cittadini, che in veste di sponsor vogliano proporsi per l’adeguamento e la successiva gestione dell’area per la durata di anni due". Per Albino Malena potrebbe essere l'occasione giusta per realizzare finalmente il suo progetto a favore dell'intera collettività.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.