Sabato 21 Settembre 2019
   
Text Size

Contributi al canone di locazione: rimodulate le graduatorie

contributi-locazione

Nonostante la 'premialità' della Regione, i fondi continuano a essere "insufficienti al fabbisogno di Turi"

Con determinazione a firma della dott.ssa Tampoia, responsabile dei Servizi Sociali, è stata approvata la rimodulazione della graduatoria delle famiglie turesi che hanno diritto ad usufruire del contributo integrativo per il sostegno al pagamento del canone di locazione per l’anno 2016.

Ricordiamo che in totale sono pervenute 55 domande, valutate dalla COSECA srl, ditta cui il nostro Comune ha affidato il compito di gestire il bando e tutte le attività necessarie a conseguire i finanziamenti regionali.

All'esito dell'istruttoria, sono state ritenute ammissibili 49 richieste. Per le 6 istanze respinte, gli uffici hanno inviato ai diretti interessati comunicazione personale delle motivazioni dell'esclusione, invitando a presentare eventuali controdeduzioni e osservazioni nel merito. Due degli esclusi, proprio dopo il vaglio della documentazione integrativa inviata, sono stati riammessi.

Successivamente, come previsto dal bando di gara, si è provveduto a elaborare le due graduatorie, dividendo in altrettante fasce le 51 istante ammesse: 40 sono i concorrenti inquadrati nella fascia "a" (reddito annuo non superiore a 13.049,14 euro), 11 quelli inseriti nella fascia "b" (reddito annuo inferiore a 15.250 euro).

 

Fondi insufficienti

Il provvedimento di rimodulazione delle graduatorie si è reso necessario, oltre che per la riammissione di due concorrenti in un primo momento esclusi, anche per gli ulteriori fondi messi a disposizione dalla Regione Puglia. Difatti la Giunta Regionale con propria delibera ha attribuito al Comune di Turi la somma di 8.478,63 euro. Si tratta della cosiddetta "premialità", un contributo aggiuntivo ai 15.800 euro inizialmente stanziati, che è stato riconosciuto poiché l'Ente ha incrementato il fondo regionale, cofinanziandolo con circa 3.200 euro.

Le risorse complessivamente disponibili per il sostegno al pagamento del canone di locazione ammontano dunque a poco meno di 27.500 euro. Un importo che resta comunque insufficiente a rispondere al fabbisogno del nostro Comune, considerando che - come veniva esplicitato dall'Ufficio Servizi Sociali - per soddisfare le richieste dei concorrenti delle due fasce sarebbero necessari circa 107mila euro.

Una conferma del ridimensionamento dei fondi si ottiene parimenti dal confronto con la situazione del 2017: a fronte di 40 beneficiari ammessi (su 44 istanze presentate), furono assegnati circa 41 mila euro, di cui 6mila euro cofinanziati dal Comune di Turi.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.