Domenica 24 Marzo 2019
   
Text Size

L’Ostetrica di Turi va in pensione

Isa Terrone

Il Consultorio familiare saluta Isa Terrone

È una carriera tutta dedita al lavoro, alla passione per la meraviglia dell’essere donna, alla sua capacità di preservare e mettere al mondo una nuova vita. La sua carriera lavorativa l’ha portata a scrivere una lunga pagina di storia del Consultorio turese e conoscere e aiutare numerose donne e famiglie, garantendo loro un servizio sempre libero, professionale, discreto.

Lei è Isa Terrone, che dal prossimo 1 gennaio, appenderà simbolicamente il suo camice bianco, con la quale l’abbiamo conosciuta nelle stanze della Asl e porrà un punto a tanti anni di servizio. Gioie e rammarichi legati a questa data, un po’ temuta, anche se desiderata. Ma chi è Isa Terrone, quel sorriso che per tanti anni ha accolto le donne turesi e permesso di portare avanti il prezioso progetto Pap Test.

Apre le porte della sua stanza turese nel 1980 quando arriva la “chiamata dal Comune di Turi per ricoprire il ruolo di Ostetrica Condotta e così il 30 Marzo 1980 prendo servizio a Turi. Non c'era ancora il Consultorio ma era chiamata la Maternità, dove con il Dott. Pietro Console avviamo quello che poi con il tempo diventerà il Consultorio”. Sembra di sfogliare le pagine di un grande libro di storia sanitaria turese ascoltando le sue parole cariche di emozione e di soddisfazioni. “Nel 1985 le cose cambiano e si avvia il Consultorio vero e proprio che deve il suo successo ai medici di Putignano che credono in questo nuovo progetto e mi danno la possibilità di crescere professionalmente e in più di offrire un servizio più efficiente al nostro paese”.

È con la figlia Marilena Palmisano che conosciamo Isa che continua a raccontarci quello che è il passato di una comunità. “I primi medici furono il Dott. Ferruccio Ferrigno e Dott. Nunzio Corrado che da subito furono apprezzati dalle utenti dell'allora USL, sita in via Fanelli. Con loro ci fu un vero e proprio boom di utenza. E di questo ne sono grata, per la dedizione che loro hanno dimostrato. Poi si sono susseguiti diversi medici che l'azienda nominava in base alle esigenze”. Subito dopo arrivarono il dott. Sportelli ed il dott. Savino.

“Il Consultorio nel corso degli anni ha offerto altri servizi e mi sono trovata a collaborare con figure che come me continuavano a credere che la collaborazione avrebbe portato a qualcosa di buono per Turi”. È con questi progetti che si avvia successivamente l'ambulatorio di Urologia con il Dott. Giandomenico e quello di senologia prima con il Dott. Pinzello e poi con il dott d'Errico, “Anche loro molto apprezzati dall'utenza, che nel frattempo aumenta”.

Quindi seguono la Dermatologia con i dottori Carrieri e Palma Wanda. Tanti sono stati i medici con cui ha collaborato, tra cui ricorda con piacere il Dott. Spada ed il Dott. Palasciano, con cui ha instaurato rapporti di reciproca fiducia. Nel frattempo si susseguono i ginecologi e dopo i dottori Savino, Coletta, Macario, Ferri, Dott.ssa Genco ed Aquilone, si arriva ad oggi che, “dopo il pensionamento del Dott. D'errico, non è stato individuato alcun nuovo medico e da allora il Consultorio non ha più la senologia”.

Oggi la responsabile è la Dott.ssa Michelina Daddabbo che offre supporto psicologico e le tre ginecologhe di Monopoli con cui ho piacevolmente condiviso gli ultimi momenti della carriera, le Dott.sse Abbatecola, Cacciapuoti e Giangrande. “Ricordo con piacere i giorni trascorsi con Isa - ci aveva confidato la responsabile Michelina Daddabbo. Cosa mi è rimasto più impresso? Tutti i casi in cui le chiedevano l’interruzione di gravidanza. Era una gioia immensa collaborare assieme, una ostetrica ed una psicologa, per rinforzare gli animi di una donna che aveva paura, a ritrovare la forza di portare avanti la gravidanza. Poi tornavano da noi, a presentarci i bambini. Una gioia immensa che mai dimenticherò”.

Insieme a questi ricordi, si susseguono le importanti collaborazioni con i medici di Putignano, “è stato tutto molto significativo, motivante professionalmente e da stimolo a migliorarsi”- racconta Isa Terrone - ricordando con sorriso il rapporto di fiducia con il Dott. Ferrigno, che ancora oggi mantiene, ma anche con i dottori Savino, Corrado, Sportielli che le hanno dato fiducia in se stessa.

Della sua carriera, quale è il ricordo o il momento meno bello? “La pensione… Per quanto l'ho attesa, psicologicamente non è facile accettare di non dover più incontrare le utenti, con alcune delle quali ho stretto rapporti che andavano aldilà del lavoro. Perché in questo lavoro incontri anche gente che ha bisogno del tuo aiuto ed il fatto di poter aiutare il prossimo ti fa sentire utile, ti fa in un certo senso sentire importante. Avendo sempre fatto questo lavoro con passione, ad oggi mi ritrovo ad avere già un po' di malinconia dei rapporti umani che in questi 42 anni di lavoro mi hanno regalato. Avere a che fare con il pubblico ha i suoi pro ed i suoi contro, i pro, sono quelli che ti restano nel cuore”. E noi donne non possiamo far altro che ringraziarla, per la sua vicinanza, passione per il lavoro, grande professionalità. Grazie per quello che ha fatto per noi e per il Consultorio di Turi.

C.D.

Commenti  

 
Lorenzi
#1 Lorenzi 2018-12-19 13:38
Buona vita.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI