Domenica 24 Marzo 2019
   
Text Size

Inizia la mensa? Chissà quando!

mensa scolastica

Continuano le attese dei genitori.
Poco prima dell’avvio un nuovo incidente di percorso.


Sarebbe stato un giorno tanto atteso dai tanti genitori, sarebbe dovuto essere giovedì 8 novembre, il primo giorno di somministrazione del servizio mensa scolastica. Questo era stato annunciato durante un incontro pubblico dalla Ladisa srl e ufficio tecnico comunale lo scorso martedì 6. Purtroppo, mai detto fu più corretto: “Mai cantar vittoria!”. Un'ora prima della somministrazione del primo pasto del nuovo anno scolastico che una notizia scuote gli animi, e non solo, dei genitori. La mensa non può partire per “problemi idraulici”: a quanto pare la sede della cucina di via Gioia è stata ritrovata allagata, molto probabilmente a causa di un intasamento della fogna.

In pochi minuti la scuola avvisa i rappresentanti, i telefoni iniziano a squillare, le voci si fanno più concitate, le parole molto più colorite. Un fuggi fuggi di informazioni che rimbalzano dai cellulari ai social, e in pochi istanti il programma quotidiano di molte famiglie turesi conosce cambiamenti. I bambini saranno ritirati come nei giorni precedenti, chi era a lavoro dovrà riorganizzarsi, chi sarebbe andato a lavoro deve rinviare la partenza. Tutto, per un “problema idraulico”. Ci domandiamo se fosse stato fatto un collaudo della cucina prima di rimetterla in funzione o chissà, il problema, è giunto per pura casualità nel giorno di avvio. Tirando le somme, le attese dei genitori permangono, mentre guardano le situazioni scolastiche di paesi limitrofi dove il servizio mensa è iniziato circa un mese fa. Ci auguriamo che la situazione trovi presto una soluzione e che finalmente i bambini possano assaggiare le novità che la ditta appaltatrice ha preparato per loro.

 

Mensa scolastica. Tutto quello che c'è da sapere

Anche quest’anno la ditta appaltatrice, la Ladisa Srl, si occuperà del servizio mensa per le classi della scuola dell’Infanzia e della scuola Primaria, un servizio che terminerà a maggio 2019. La somministrazione, che negli anni precedenti ha preso il via nella prima settimana di novembre, quest'anno ha incontrato qualche problema di avvio, inizialmente imputati ad alcuni problemi tecnici. A spiegarlo ai genitori, sono stati gli stessi referenti del servizio, che hanno incontrato in sala consiliare i familiari dei soggetti interessati nel pomeriggio di martedì 6 novembre.

Umori tesi da parte di tutti coloro che aspettavano l’avvio del servizio, presto sciolti all’ascolto della data tanto attesa, appunto l'8 novembre che, comunque, è stata disattesa. In un clima più sereno ha proseguito la serata durante la quale il referente della Ladisa che si occuperà del servizio telematico ha spiegato come l’iniziale slittamento sia stato dovuto ad un aggiornamento dell’archivio.

I dati dei bambini e dei familiari che hanno richiesto il servizio, sono stati aggiornati e il sistema informatico, che lo scorso anno era gestito dal comune di Turi, quest’anno è passato alla stessa ditta appaltatrice, con la quale le famiglie, in caso di necessità, potranno far riferimento.

La novità del servizio 2018/2019 non risiede solo nell'informatizzazione nelle mani della ditta Ladisa Srl, bensì anche nel menù che vede importanti novità rispetto allo scorso anno. La pasta e sugo e il riso, elementi che facevano discutere molte mamme perché ripetuti nel corso della settimana, sono stati ridotti e possiamo leggere la presenza di una varietà di elementi fino ad ora mai incontrati. Leggiamo l’orzo perlato, la pasta o riso e piselli, riso alla crema di zucca, pasta al pesto, pasta integrale, le lasagne, la pizza, le orecchiette, una maggiore presenza di pesce nel secondo, yogurt e succo di frutta. Un grande passo in avanti per i piccoli studenti turesi ai quali finalmente viene fornito un pasto più vario nel gusto e nei colori.

Resta invariata la modalità di ricarica del servizio, presso la Rivendita Tabacchi n.5. Ogni genitore può quindi rendersi conto dei progressi della situazione direttamente dall’applicazione “Spazioscuola”, attraverso la quale può anche disdire la presenza del figlio nella sezione “Servizio mensa e date”. Il calendario è attivo per il mese indicato e quotidianamente, entro le 9.30, il genitore può comunicare la variazione del servizio spuntando il giallo, per il pasto in bianco, o il rosso, per l’assenza. La disdetta può anche essere fatta attraverso un semplice sms al numero 3202041924, contenente il Pan del bambino, spazio, A di assenza (B per pasto in bianco), spazio, 1 (fino a 5) indicanti il numero di giorni per cui il bambino sarà assente.

Per qualsiasi necessità, la Ladisa riceverà i genitori presso il comune il martedì dalle 15.30 alle 18.30 e il venerdì dalle 9.30 alle 12.30. Solo nelle prime due settimane la ditta riceverà i genitori tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.00.

A questo punto non resta che conoscere la nuova data di avvio del servizio mensa che ci auguriamo possa essere il più presto possibile per permettere, soprattutto ai bambini iscritti alle 40 ore settimanali della scuola primaria di potersi vedere riconoscere il regolare orario scolastico ministeriale.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI