Domenica 21 Ottobre 2018
   
Text Size

"Non andate dietro ai preti, il centro è Gesù"

Saluto don Ciccio Aversa (3)

Don Ciccio Aversa ringrazia tutti per il sostegno ed augura "ai ragazzi e ai giovani di non diventare mai bigotti"

Era il 16 novembre del 2014 quando don Ciccio Aversa faceva il suo ingresso nella parrocchia "Maria SS. Ausiliatrice", festeggiato da una Comunità pronta a seguire con fiducia il suo nuovo pastore.

Dopo quattro anni di ministero, don Ciccio lascia Turi per iniziare una nuova sfida: la guida del "Sacro Cuore di Gesù" di Conversano, dove prenderà servizio a partire dal 14 settembre. Al suo posto arriva don Giuseppe Dimaggio, che sarà accolto sabato 22 settembre con una solenne concelebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo Giuseppe Favale.

Ma prima del passaggio di consegne, domenica 9 settembre, l'intera comunità dei fedeli si è stretta intorno al suo parroco per salutarlo e ringraziarlo con una Santa Messa. Una funzione resa "speciale" anche per la celebrazione di un battesimo, "che ci ricorda l'inizio della vita", e di un 25esimo anniversario di matrimonio, "che celebra l'autore della vita".

"Non state troppo nelle sagrestie e nelle chiese"

Saluto don Ciccio Aversa (2)

Nessuno spazio ai chiacchiericci queruli e nessuna eclatante uscita di scena, perché «le cose buone e anche quelle che non vanno bisogna dirle strada facendo, non si aspetta l'ultimo momento». Così don Ciccio ha aperto la sua omelia in cui ha ricordato ancora una volta i cardini che hanno ispirato il suo cammino: la Parola di Dio e l'Eucarestia: «Ho pensato che il miglior modo di dire grazie al Signore per tutto quello che avete fatto per me in questi anni non sono tante chiacchiere ma l'Eucarestia, l'unica cosa che conta. Il centro è Gesù: le divisioni all'interno dei gruppi, la brutta testimonianza che possiamo dare come Comunità o operatori pastorali accadono quando non mettiamo al centro Lui».

«Vi auguro di non andare mai dietro ai preti, che non devono diventare la scusa né per avvicinarsi né per allontanarsi dalla chiesa. Un prete, un vescovo oggi, per fortuna, non sono più importanti per i privilegi sociali; quello che conta è Gesù».

«Certe volte si guardano le persone non con amore ma con sospetto. Posso avere tanti difetti - ammette il parroco turese - ma non quello del clericalismo: sono convinto che al Signore si arriva attraverso tante strade e che anche la persona che non viene mai in chiesa ha tanto da insegnare, ha da insegnare la fede». Su questa stessa linea - quella di una chiesa viva e in cammino, che sceglie di non "barricarsi nel tempio" - anche la preghiera dei fedeli innalzata da don Ciccio: «Auguro ai ragazzi e ai giovani di non diventare mai bigotti, non state troppo nelle sagrestie e nelle chiese, state il tempo giusto. Gesù è stato più nelle strade che nella sinagoga».

«Grazie a tutte le persone che mi sono state accanto - ha concluso - che non mi hanno fatto mancare nulla, grazie dell'amore che ho ricevuto dai bambini, dagli anziani che a me piace sfottere, grazie a chi quando c'era da dire qualcosa me l'hanno detto in faccia. Buon cammino!».

 

"Hai cambiato il nostro modo di vivere la fede"
La lettera di saluto della Comunità parrocchiale

Saluto don Ciccio Aversa (7)

Alle parole di don Ciccio è seguita la lettura di una lettera - che vi proponiamo di seguito - scritta dalla Comunità parrocchiale per esprimere il sentimento di profonda stima e gratitudine verso il suo pastore, capace di far crescere il suo gregge in un rinnovato spirito comunitario, abbandonando l'idea di un cristianesimo individualista. A conclusione, inoltre, è stato proiettato un video che ha ripercorso i momenti più intensi vissuti insieme.

«Stasera come comunità ci siamo stretti con te intorno all'altare per rendere grazie, perché la celebrazione è adempimento di grazia.

Il nostro grazie va prima di tutto al Signore che ci ha dato la gioia di condividere con te i nostri passi nella fede. Ora diciamo a te grazie perché ti sei fatto carico della parrocchia e delle sue tante attività. Sempre ci hai ricordato i valori fondamentali che devono guidarci nel nostro agire: la parola di Dio e l'Eucarestia. Ci hai incoraggiato a cambiare il nostro modo di vivere la fede, ad essere cristiani veri, coerenti e aperti agli altri. Per te Gesù è il centro di tutto, principio e fine di tutte le nostre azioni individuali e comunitarie.

Ti ringraziamo con tutto il cuore per la tua presenza e per il tuo impegno pastorale sia nella gioia che nella misericordia. Questi sono sentimenti ed emozioni personali e profondi che non potranno essere mai raccontati e rappresentati ma che tu certamente saprai cogliere nello sguardo e nell'animo di ognuno di noi.

Saluto don Ciccio Aversa (10)

Con te siamo cresciuti nella fede, con te abbiamo imparato ad abbandonare l'idea di un cristianesimo individualista, con i tuoi insegnamenti ed incoraggiamenti siamo diventati Comunità viva, aperta, missionaria, capace sempre di mettersi in gioco, di dare testimonianza della nostra fede, sia pur con tutti i limiti e le debolezze.

Ora però le nostre strade prendono direzioni diverse, la tua quella della parrocchia del Sacro Cuore di Gesù di Conversano, la nostra invece quella di essere guidati da don Giuseppe che ti assicuriamo accoglieremo come un dono del Signore e a cui daremo tutta la nostra collaborazione, così come è stato per te.

Entrambi ripartiamo con la ricchezza di questi anni vissuti insieme. Grazie don Ciccio per averci amato. Ognuno di noi conserverà di te un ricordo tutto suo, particolare, unico, personale così come siamo sicuri anche tu conserverai per sempre in un angolo del tuo cuore il ricordo di ognuno di noi.

Ti accompagni nella nuova vigna in cui il Signore ti ha chiamato a lavorare Maria Ausiliatrice, nostra Patrona, ma soprattutto lo spirito di sapienza, d'intelletto e di fortezza perché faccia continuare a germogliare nelle tue mani gli stessi frutti di amore e di grazia con cui hai nutrito ciascuno di noi.

Grazie a nome di tutta la tua comunità parrocchiale».

Saluto don Ciccio Aversa (9)

Foto Fabiana Stanisci

Commenti  

 
B.Elefante
#1 B.Elefante 2018-09-19 09:45
...eppure dalla foto non si direbbe
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI