Lunedì 10 Dicembre 2018
   
Text Size

Turi ti "teniamo a cuore"

Donazione defibrillatori Comitato AD 1967 (1)

Donati cinque defibrillatori alla città di Turi. A breve partiranno i corsi di formazione

Da oggi anche Turi entra a pieno titolo nel novero delle "città cardioprotette". Difatti, domenica 19 agosto, dopo le prove generali dell’arrivo del Carro Trionfale, il Comitato A.D. 1967 per la salute e l’ambiente “Dino Di Pinto” ha donato alla comunità turese cinque defibrillatori semiautomatici.

Si tratta del primo lodevole traguardo raggiunto dal Comitato all'interno dell'ambizioso progetto "Ti Tengo a Cuore", che riprende in pieno i propositi del fondatore del Comitato "A.D. 1967", il compianto avv. Dino Di Pinto: dotare il nostro paese di strumenti e conoscenze per il primo soccorso.

Presenti alla cerimonia di consegna Vito Colapietro, Presidente del Comitato "A.D. 1967", il Sub Commissario Sebastiano Giangrande, i rappresentati della Farmacia Mastrolonardo, dell'azienda Arré Formaggi Srl e dell'Associazione Turi Soccorso.

 

Colapietro: Le parole di Dino ci hanno spronato ad andare avanti

"Abbiamo acquistato cinque defibrillatori - ha preso la parola Vito Colapietro - grazie alla collaborazione dell'Amministrazione, della cittadinanza che ha partecipato ai vari eventi di raccolta fondi e di tutti gli sponsor. In particolare la Farmacia Mastrolonardo e l'azienda Arré Formaggi hanno sostenuto l'acquisto di due apparecchi salvavita; gli altri tre sono stati comprati da noi".

Donazione defibrillatori Comitato AD 1967 (6)

I defibrillatori, cosiddetti laici per la semplicità di utilizzo consentito senza particolari conoscenze specifiche, saranno collocati nelle immediate vicinanze delle quattro farmacie cittadine (Lavarra, Mastrolonardo, Portanuova e Venusio), sotto il monitoraggio dei loro impianti di videosorveglianza, e presso l’oratorio della Parrocchia Maria SS Ausiliatrice, luogo di importante concentrazione aggregativa religiosa e ricreativa".

"Abbiamo già una lista di persone che hanno conseguito l'attestato biennale BLSD e, nel contempo, provvederemo ad organizzare altri corsi di formazione per rendere a Turi sempre più diffuso quel vitale senso civico che ci è stato trasmesso dal compianto Dino Di Pinto. È stato proprio Dino - ha concluso il presidente Colapietro - a creare questo movimento e i suoi insegnamenti ci hanno dato la forza di andare avanti. Ricordiamo ancora le sue parole che sono diventate simbolo e ispirazione per tutti noi: "Non chiedete alla società se non prima date".

 

Giangrande: Un'iniziativa meritevole utile per la collettività

A concludere la serata, prima delle foto di rito, l'intervento del Sub Commissario Sebastiano Giangrande. "Siamo noi a ringraziare il Comitato. Devo dire che il progetto è stato accolto subito con grande entusiasmo dall'Amministrazione e dallo stesso dott. Cantadori, che mi ha pregato di portare il suo saluto e la sua totale condivisione per questa iniziativa meritevole".

"È l'Amministrazione - ha rimarcato Giangrande - che fa le sue sincere congratulazioni ai cinquantenni di Turi che hanno colto un'occasione bella della propria vita e l'hanno tramutata in qualcosa di utile per la collettività, andando al di là del becero consumismo. L'auspicio è che questa iniziativa possa costituire uno stimolo anche per altri, affinché si rendano protagonisti di ulteriori progetti che si pongano come obiettivo il comune beneficio".

Reportage fotografico a cura di Fabiana Stanisci

Commenti  

 
alfonso
#3 alfonso 2018-08-23 20:01
VOI siete di Turi...
Citazione
 
 
alfonso
#2 alfonso 2018-08-23 20:00
GRAZIE, GRAZIE E GRAZIE.
e senza secondi fini
Citazione
 
 
Stefano de Carolis
#1 Stefano de Carolis 2018-08-21 15:19
In questi casi le belle parole non bastano non bastano mai! grazie per la vostra concreta e lodevole iniziativa, che, spero, ci farà meglio comprendere il valore della vita.
Stefano de Carolis
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI