Lunedì 17 Dicembre 2018
   
Text Size

Insieme per vivere

Stefania Miccolis

TuriAttiva invita le associazioni a unirsi nel nome di un cuore: Turi

Come nasce un’associazione? Perché nasce? Nasce se e quando due o più persone condividono un’idea, una o più finalità, una filosofia di vita. Detto così, sembra facile. In realtà, oggi come oggi, già avere una filosofia di vita, un’idea e delle finalità che vadano oltre il proprio orticello non è cosa diffusa. Trovare qualcuno con cui condividerle ancora più difficile. Si tende a dedicare il proprio tempo a sé stessi e alla stretta cerchia di persone che ci circondano: la famiglia, gli amici, la propria impresa. Eppure c’è chi trova il tempo per realizzare progetti insieme ad altri, superando difficoltà di comunicazione, di finanziamento, burocratiche e organizzative. Per superare tutte queste difficoltà c’è bisogno di una forte motivazione. Tutti i componenti di un’associazione devono credere fortemente in quello che fanno, altrimenti la stessa ha vita breve e travagliata.

E se a condividere un’idea, delle finalità, un progetto, una intera visione non fossero solo degli individui, non fosse solo una associazione, ma più associazioni? Sarebbe ancora più complicato mettere insieme le forze, perché ognuna di esse avrebbe una propria filosofia di vita, delle proprie finalità. Allora perché? Perché buttarsi in un’avventura così complicata? L’unica risposta plausibile è, a mio parere, una motivazione ancora più forte, e condivisa da tutti, chiara, cristallina e trainante. Figlia di una esigenza più volte ascoltata e percepita ma mai capace di trasformarsi in azioni dirette.

È quello che sta succedendo a Turi. Un gruppo di associazioni, convocate e sollecitate da TuriAttiva, associazione di partite iva, si riunisce da diverse settimane, intorno ad un tavolo, con una idea in testa: animare il paese, iniziando dall’estate in corso, coordinando le diverse iniziative seriali e proponendone altre. Questa l’idea. La motivazione è l’orgoglio, l’attaccamento alle radici, la voglia di vivere in un paese vivo, reattivo, creativo per tutti noi e attrattivo per gli altri, ma non solo essere anche motore capace di sollecitare interventi, evidenziare necessità, individuare potenzialità non pienamente espresse etc etc…

Da anni Turi si accende, mostrando il suo volto migliore, in occasione della festa patronale e delle sagre, quella delle ciliegie, del Borgo antico e di Bacco per Bacco, attirando visitatori dei paesi limitrofi e non solo. Il successo di queste iniziative è sotto gli occhi di tutti. Quello che non si vede “ad occhio nudo” è l’insieme di azioni necessarie, di ostacoli da superare, per ottenere certi risultati. Uno fra questi è la difficoltà di reperire fondi.

Mai come adesso queste difficoltà sono sotto gli occhi di tutti: commissariamento, crisi economica diffusa sono alcune delle cause delle difficoltà a reperire fondi per finanziare le iniziative delle associazioni. Infatti, il gruppo di associazioni, che si pone l’obiettivo di animare l’estate turese, si ritrova ad operare senza contributi pubblici. Ciò nonostante ha partorito un calendario di iniziative che partono da agosto per coprire l’intero semestre a venire. Perché la forza del gruppo è la forza della rete, una rete che diffonde, raccoglie, copre, si irradia e unisce.

Il gruppo di associazioni ha deciso di presentarsi alla comunità, non solo per dire chi sono e ciò che vogliono fare, ma anche per allargare la rete, stringendo nuovi nodi con chiunque voglia condividere l’esperienza, rimboccare le maniche e accendere il paese, farlo vivere tutto l’anno.

Appuntamento a presto presso la Casa delle Idee.

Nota: le associazioni che al momento hanno aderito all’iniziativa sono TuriAttiva, InPiazza, Il Viandante, Turpuglia, Il Girasole, Nuova Pro Loco, Graffiarti, Mobedì.

L’'invito è esteso a chiunque sia associazione e voglia aggiungersi a noi.

Commenti  

 
Mino Miale
#4 Mino Miale 2018-07-23 16:36
Le Associazioni avevano senso, a Turi, quando ci si incontrava in AMBITO CONSULTIVO quindi democratico e confrontando, pianificando con le Amministrazioni pubbliche ! Tutto svanì con la cura delle relazioni ... PRIVATE ... per non dire altro di offensivo ... nel senso CREATIVO. ;-) La cura ? Basta copiare quanto succedeva a Bari Città, il nostro FARO: Tre anni di manifestazioni autogestite (AGGRATIS):lol: e conseguente accesso all' Iscrizione - Carta delle Associazioni dopo aver dimostrato CAPACITA'... soprattutto ..! Coraggio, siete giovani, Buona Fortuna e... non agitatevi per niente. Il Commissario stanzia ciò che era stato deliberato in sede di Bilancio preventivo dall' ultima Giunta di Sinistra. Per mettere sù una qualsiasi Associazione, basta copiare un qualsiasi Statuto e sottoscriverlo in TRE cittadini (minimo) del posto che sottoscrivano un Codice Fiscale, per accedere ai Finanziamenti Comunali. Senza nemmeno l'iscrizione all' Ufficio Registri e all' Elenco Regionale delle Ass: Culturali. Storie Vecchie... Aria FRITTA che oggi, solo oggi mettono in chiaro la differenza tra Turi e tutto il contesto ESTIVO di altri paesi confinanti ? ? ? Tutti nodi vengono al pettine . 8)
Citazione
 
 
Piero divitini
#3 Piero divitini 2018-07-19 16:44
Siamo pronti via inizia corsa x poltrona comunale .
Citazione
 
 
B.Elefante
#2 B.Elefante 2018-07-17 16:18
La PRIMA ESSENZIALE REGOLA che le associazioni devono darsi per poter fungere da credibile ed effettivo stimolo e catalizzatore di sviluppo civile sociale e culturale come qui propongono molto bene di voler fare, è quella della totale e pubblica trasparenza dettagliata di ogni contributo ricevuto ed ogni spesa effettuata.
Proprio per far capire a tutti che non inseguono finanziamenti (pubblici o privati che siano) ma partecipazione. I finanziamenti saranno in tale contesto spontanei. Non solo ma questo sarà l'unico modo per garantirsi da riedizioni di quanto avvenuto in passato in ambiti collettivi ben presto dissoltisi a causa degli intenti esclusivamente speculativi di pochi che concepiscono e creano associazioni per finalità individuali del tutto opposte a quelle brillantemente esposte in questa presentazione.
Citazione
 
 
Paolo 9th
#1 Paolo 9th 2018-07-16 16:49
Questa è la prodedura giusta. Il comune non deve pagare le associazioni salvo quelle due o tre come per il giubileo o la sagra delle ciliegie. Prima tutti a battere cassa, il commissario fa bene.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI