Venerdì 17 Agosto 2018
   
Text Size

Don Ciccio va via da Turi

Don Ciccio a Parigi

Al suo posto arriva don Giuseppe Dimaggio.
Intervista a don Ciccio: “Siamo tutti in cammino e nessuno è perfetto…”

 

don Giuseppe Dimaggio

“Siamo tutti in cammino e nessuno è perfetto”. Risponde così, don Ciccio Aversa, alla domanda sul rapporto tra i parroci a Turi. In particolare sul rapporto con l’arciprete. “Noi siamo tre parroci che hanno collaborato insieme nel rispetto e nel dialogo. Non siamo uguali, ognuno di noi ha il proprio carattere e il proprio modo di pensare, ma ci siamo sempre impegnati per creare serenità e tenere le tre Comunità unite”.

Don Ciccio va via, dopo due anni di ministero presso la Comunità parrocchiale “Maria SS.Ausiliatrice” di Turi. Il vescovo Giuseppe Favale gli ha affidato un nuovo cammino al Sacro Cuore di Conversano.

Al suo posto arriva don Giuseppe Dimaggio (nella foto a destra). Intanto, i ‘preti giovani’ sono in vacanza a Parigi, e siamo riusciti a contattare don Ciccio scambiandoci alcuni messaggi su WhatsApp per questa intervista.

 

Come sono stati questi due anni a Turi?

“Sono stati anni in cui ho donato quello che potevo con gioia e passione, ma sicuramente ho anche ricevuto tantissimo dalla gente. Ho cercato con i miei pregi e difetti di crescere nella fede con la mia Comunità. Ringrazio il Signore per tutto”.

 

Cosa le mancherà di più di questa esperienza?

“Ogni esperienza è diversa dall'altra e credo che ci si possa sentire vicini in tanti modi, soprattutto quando si coltivano rapporti maturi e sereni. L’Eucarestia che celebriamo ci unisce sempre... Sentire la mancanza è umano ma la gente appartiene a Dio e bisogna saper cedere il passo a chi viene dopo con libertà interiore e fede”.

 

Com'è stato il rapporto con la città?

“Una città genuina che conserva ancora tanti valori importanti. Credo che se si unissero maggiormente le forze, si potrebbe fare anche meglio. Ci sono tante potenzialità: rapportarsi alla città significa piano piano comprenderne la storia, cercando di fare passi in avanti. Ho avuto un buon dialogo anche con le Istituzioni pur mantenendo la mia identità di prete. Credo che lavorare per il bene comune debba essere un impegno di tutti anche tra mille difficoltà”.

 

E con l'arciprete don Giovanni?

“Noi siamo tre parroci che hanno collaborato insieme nel rispetto e nel dialogo. Non siamo uguali, ognuno di noi ha il proprio carattere e il proprio modo di pensare, ma ci siamo sempre impegnati per creare serenità e tenere le tre Comunità unite. Nelle Comunità non ci devono essere rivalità... né gare a chi conta maggiormente. Siamo tutti in cammino e nessuno è perfetto”.

 

L'Oratorio è uno spazio indispensabile per il paese. Cosa manca ancora a Turi?

“I bambini fanno l’Oratorio... loro sono protagonisti con il cuore semplice e la gioia pura. L’oratorio non è solo uno spazio ma è la vita dei bambini, la vita delle famiglie e di tutti gli animatori giovani e adulti. Che con passione spendono il loro tempo. Ringrazio tutti. Per quanto riguarda la logistica bisogna curare maggiormente gli ambienti, tenerli a norma, fare sempre una buona manutenzione. È casa nostra, dobbiamo fare qualche altro sacrificio anche per la Chiesa. Sono cambiati i tempi e anche le esigenze. Non possiamo rimanere sempre ancorati al passato senza cambiare qualcosa... bisogna cambiare senza avere timore. Ma dobbiamo crederci e darci da fare”.

 

La Comunità parrocchiale si era ormai affezionata a lei e i distacchi sono sempre traumatici. Che messaggio vuole dare a loro?

“La mia Comunità conosce i mie difetti ma anche i miei pregi. Io ho fatto tante cose buone ed ho anche sbagliato come ogni essere umano, ma sono fortemente convinto che l’Eucarestia è tutto..non solo nella vita di un prete ma nella vita di ciascuno... di tutti, anche di coloro che per tanti motivi non vengono mai in chiesa a cui va il mio rispetto. Auguro alla mia Comunità di ritrovarsi sempre intorno all’Eucarestia... e di non perdere la fede anche quando rimaniamo delusi e feriti. Se si perde di vista Gesù, diventa tutto scontato e triste”.

 

Polignano le manca ancora?

“Polignano fa parte del mio percorso di vita... Lì ho vissuto un altro tempo della mia vita di cui ringrazio il Signore”.

 

Cosa l'aspetta a Conversano?

“Vado a Conversano come parroco del Sacro Cuore. Sono sereno e desidero entrare nella vita della Comunità con garbo e rispetto. Conosco già Conversano perché lì ho frequentato la scuola media e il liceo classico. Inizio con fiducia questo cammino”.

NICOLA TEOFILO

Commenti  

 
Benny
#12 Benny 2018-07-12 20:44
Noi turesi siamo bravi solo a criticare. Dobbiamo semplicemente ringraziare don Ciccio per tutto ciò che ha potuto fare in questi anni nonostante i pregi e i difetti che ognuno di noi ha ed essere accoglienti nei confronti del parroco entrante don Giuseppe. Preghiamo per loro!
Citazione
 
 
MaaaaPerrrFavoreeeee
#11 MaaaaPerrrFavoreeeee 2018-07-12 00:11
:D :D :D
Leggendo questi commenti é la prima reazione che ho!!! Ridere!!!
Dal n'4 al n'6...é una risata crescente.
Quando venne Don Ciccio fu accolto con allori (e sicuramente chi ha commentato era in prima fila a battere le mani e a deliziarsi del Buffet di ben venuto). Ora,dopo questa notizia, Don Ciccio non é piú gradito ed addirittura deve farsi due conti sul perché il Vescovo ha deciso una nuova destinazione.
Quanta ipocrisia...
Ma voi quando andate in chiesa ci andate per Cristo o per il parroco? Fatevi sta domanda,troverete le risposte.sempre si sono cambiati i sacerdoti,cristo non cambia,cosi come la struttura della Parrocchia.Forse a queste lezioni di Catechismo,voi eravate assenti.
C'é già chi da il benvenuto tra noi a Di Maggio....ahahahaha viene a Settembre.
Ahahah "catechista"... Non vedi l'ora di salutare Don Ciccio? M ven da rid!!!
Spero non sia una catechista della stessa Parrocchia,sarebbe il colmo!
Buon proseguimento del vostro cammino Don Ciccio. Grazie di esserci stato.
Citazione
 
 
nuccio
#10 nuccio 2018-07-11 23:57
va beh...è chiaro che i commenti #2,3,4,5,6,7 sono opera della stessa persona...che a quanto pare ce l'ha con Don Ciccio vedendo quanta protervia ci sia nelle sue parole...va beh, de gustibus.
A me personalmente dispiace molto perchè, anche non frequentando assiduamente la chiesa, Don Ciccio si è sempre dimostrata una persona cordiale, comunicativa e aperta verso la collettività! Grazie e a presto!
Citazione
 
 
Associazione ONLUS
#9 Associazione ONLUS 2018-07-11 17:39
BENVENUTO IN MEZZO A NOI DON GIUSEPPE!
Citazione
 
 
Imma
#8 Imma 2018-07-10 13:40
Sono molto dispiaciuta...don Ciccio quando parlava ti toccava il cuore per non parlare delle sue confessioni interminabili presso il suo ufficio. Le sue omelie mancheranno a tutti. Buon lavoro a Conversano. Verremo a trovarla spesso. Un carissimo abbraccio.
Citazione
 
 
Parrocchiano
#7 Parrocchiano 2018-07-10 12:58
Don Ciccio come lei dice ogni uomo ha i suoi pregi e i suoi difetti, ma se a distanza di pochi anni ci troviamo ad accogliere un nuovo pastore alla guida della comunità qualche problema c'è. Ma non sto qui a polemizzare tanto non mi importa, ringrazio il Signore per il dono in mezzo a noi di fra Giuseppe. Non resta che accoglierlo con gioia il quale avrà un compito molto importante RI - COSTRUIRE un intera comunità parrocchiale. Siamo pronti a buttare giù un muro per ricostruirlo partendo dalle fondamenta per il bene di tutti.
Citazione
 
 
Turipersempre
#6 Turipersempre 2018-07-10 12:13
BENVENUTO TRA NOI!
Don Giuseppe, la parrocchia Maria SS. Ausiliatrice ha davvero bisogno di una persona come lei, nell'attesa di conoscerla le diamo il nostro caro Benvenuto. Caro don Ciccio se il vescovo ha fatto questa scelta si faccia due domande. Felice lei...felici tutti!!
Citazione
 
 
Catechista
#5 Catechista 2018-07-10 12:06
Carissimo don Giuseppe, non vediamo l'ora di accoglierla in mezzo a noi. Benvenuto nella nostra parrocchia, benvenuto nella sua nuova casa.
Citazione
 
 
Oronzo
#4 Oronzo 2018-07-10 12:01
FINALMENTE! Don Giuseppe Dimaggio siamo felicissimi per la tua presenza in mezzo a noi. Un frate francescano, era proprio quello di cui avevamo bisogno. Le diamo un grande BENVENUTO!
Citazione
 
 
Giuseppe A.
#3 Giuseppe A. 2018-07-10 11:51
Finalmente la parrocchia respirerà aria di spiritualità e non solo. Un grande dono in mezzo a noi. Non vediamo l'ora di accoglierla don Giuseppe. Turi l'aspetta con gioia a braccia aperte.
Citazione
 
 
Monopolitano
#2 Monopolitano 2018-07-10 11:44
Presto la parrocchia Maria SS. Ausiliatrice avrà il dono di essere guidata da un grande pastore Fra Giuseppe Dimaggio. Il vescovo ha fatto un ottima scelta. Siete molto fortunati, qui a Monopoli lo amano in molti. Vi affezionerete sin da subito. Un abbraccio carissimo padre.
Citazione
 
 
Turese Doc
#1 Turese Doc 2018-07-10 09:37
Grazie Don Ciccio per tutto quello che ha fatto a Turi soprattutto portando tanta gioia alle nostre famiglie e ai nostri figli, la porteremo nel cuore. I cambiamenti non sono facili per nessuno ma come dici tu siamo tutti in cammino. Turi,ma soprattutto la parrocchia Ausiliatrice è pronta ad accogliere con grande gioia e gratitudine al Signore, don Giuseppe Dimaggio. Buon cammino ad entrambi!
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI