Lunedì 20 Agosto 2018
   
Text Size

E come da tradizione, arriva la pioggia

Ciliegie spaccate

Un violento acquazzone colpisce le ciliegie nel momento più delicato

Lo avevano annunciato i meteorologi da qualche giorno, in tanti hanno visualizzato le applicazioni sui cellulari personali come per scongiurare il pericolo imminente. Poi mercoledì mattina, 23 maggio, tutti col naso all'insù per scrutare e mandare via, almeno col pensiero, i nuvoloni che poco per volta stavano coprendo il cielo turese.

Pochi attimi e una semplice pioggerellina è diventata un terribile acquazzone che ha indotto tantissimi turesi a lasciare i campi e iniziare a pregare. Più che richieste erano imprecazioni quelle che dalle 9.00 circa del mattino si potevano ascoltare in ogni angolo del paese. Perché la pioggia, se tanto amata e desiderata in vari periodi, è proprio malvista nei giorni di raccolta della ciliegia, perché col suo tocco, la sua umidità, la sua velocità di caduta può infliggere la morte di un frutto così delicato e ricco.

La conta dei danni è stata presto fatta da ogni cerasicoltore che, approfittando di pochi attimi di tregua ha preso la via della campagna e constatato come il prodotto in via di raccolta è stato irrimediabilmente danneggiato. È ormai una costante, dobbiamo ammetterlo, inginocchiarsi dinanzi al volere della Natura che, in procinto di offrire il suo dono più prelibato per i turesi, l'amata Ferrovia, fa sentire la sua forza.

È la zona delle primizie a contare il maggiore danno, ma non poche difficoltà le incontreranno anche coloro che avevano un prodotto in via di maturazione completa. Quasi due giorni di pioggia, una nuova annata in piena raccolta, che prometteva grandi successi ma che ancora una volta fa i conti con i capricci climatici nei confronti dei quali ben poco si può fare.


Piove sul bagnato, si aggrava stima danni

Nettamente pessimistica la lettura che arriva da Coldiretti Puglia. "Pioggia incessante, allagamenti, grandinate hanno messo a dura prova le campagne pugliesi - denuncia il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele - dove l’eccezionale ondata di maltempo sta pregiudicando sia le attività di raccolta che di messa a dimora delle colture".

Oltre ai disastrosi effetti sugli ortaggi, sulle piantine di pomodoro appena trapiantate, sono sotto assedio le ciliegie, gli asparagi a fine raccolta ed il grano, che proprio in questo momento ha le cariossidi in piena maturazione".

“Il maltempo non dà tregua - aggiunge il Direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti - e ha colpito anche la provincia di Bari, dove sono le ortive in pieno campo ad avere la peggio e a causa dei terreni inaccessibili risulta di fatto bloccata la raccolta delle patate. Dopo grandinate, gelate e rovesci temporaleschi di marzo che avevano già compromesso ortaggi, frutta e soprattutto gli oliveti, le incessanti piogge delle ultime ore non fanno che peggiorare la situazione”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI