Venerdì 21 Settembre 2018
   
Text Size

Don Giovanni Cipriani, il parroco dei giovani

Don Giovanni Cipriani

Sette anni fa ci lasciava uno dei primi parroci a "combattere" per i ragazzi turesi

Il 9 maggio del 2011 Turi salutava Don Giovanni Cipriani, parroco che ha sempre fatto dell'amore per gli altri la sua missione di vita. Interpretando in modo autentico i valori evangelici, Don Giovanni è stato uno dei primi parroci a prodigarsi in ogni modo per assicurare ai ragazzi del nostro paese uno spazio protetto di aggregazione sociale e di crescita spirituale.

Ed è proprio in tale direzione che, nell'aprile del 1950, Don Giovanni matura l'idea di fondare l'Oratorio, un proposito nato in periodo di guerra sulla via che da Tirana conduceva a Durazzo, dove quasi in periferia era ubicata la Parrocchia del Sacro Cuore con annesso Oratorio, che rispecchiava appieno lo spirito di Don Bosco. Sulla stessa linea anche la creazione della Banda Musicale, che ancora oggi porta il suo nome.

Quello proposto da Don Giovanni era un progetto educativo fondato su un tacito patto di corresponsabilità tra ragazzi ed adulti, sulla necessità di trovare un comune terreno di confronto tra due mondi da sempre separati dal cosiddetto "conflitto generazionale" che, troppo spesso, si trasforma in tragico mutismo. Un messaggio che ancora oggi risulta più che attuale. Ragione più che sufficiente dedicare qualche parola a ricordare sua vita esemplare.

 

Una vita per la comunità

Giovanni Cipriani nasce il 17 ottobre del 1920 a Turi, da Giovanni Antonio Cipriani e Antonia Maria Palmisano.

Il primo febbraio del 1937 entra nel seminario diocesano minore di Conversano, ma gli studi saranno interrotti dalla chiamata alle armi.

Nel novembre del 1940 viene trasferito in Albania, a Tirana. In questo periodo gli balena l'idea di fondare e costruire anche a Turi un Oratorio per accogliere i ragazzi. una volta tornato dalla guerra questa idea si associa a quella della costruzione di una Chiesa in onore di Maria Ausiliatrice, la cui realizzazione sarà conclusa nel 1985.

Nel frattempo, inizia ad attirare intorno a sé sempre più ragazzi, tanto che nel 1951 dà vita al primo nucleo di oratoriani. Dal 1952 al 1954 acquista il terreno per l'erigendo Oratorio, facendo costruire la Sala teatro e la Cappella della Madonna di Lourdes.

Proseguendo il suo impegno verso i giovani, il 15 settembre del 1963 fonda la Banda Musicale, formata da ragazzi dai 10 ai 14 anni di età.

Il 22 giugno del 2008 viene nominato Monsignore e Cappellano di Sua Santità Papa Benedetto XVI.

Commenti  

 
Don GIOVANNI
#1 Don GIOVANNI 2018-05-14 20:02
un mito... GRAZIE da tutti noi!
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI