Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

"Una macchina del fango per metterci in difficoltà"

Sagra ciliegia 2017

La replica dell'Associazione In Piazza alle dichiarazioni della Caldararo

L’Associazione "In Piazza", ha ricevuto il via libera all’organizzazione della XXVIII Sagra della Ciliegia Ferrovia dal Commissario che ha voluto dare continuità al lavoro svolto negli ultimi anni.

Organizzare un evento di questa entità, comporta tanto impegno ed un lavoro minuzioso di coinvolgimento di associazioni, commercianti, agricoltori, sponsor ed istituzioni. Negli ultimi giorni, nel momento più importante dell’organizzazione, è stata attivata nei nostri confronti una macchina del fango finalizzata a metterci in difficoltà. Ci tocca smentire pertanto le dichiarazioni dell’ex assessore Caldararo che conosce i tempi e le procedure burocratiche e sa benissimo che il contributo comunale per la Sagra 2017 è stato liquidato già nel mese di febbraio. In merito alla rendicontazione, è doveroso sottolineare che la procedura prevede l’erogazione del contributo previa presentazione di fatture quietanzate. Non potendo procedere con anticipi di cassa, tali operazioni richiedono tempo e difficoltà maggiori rispetto al passato quando si presentava un rendiconto parziale. L’associazione "In Piazza", invece, ha sempre rendicontato il 100% delle spese. Allora ci chiediamo, da che parte è la trasparenza?

L’ex assessore Caldararo finge di non sapere che i contributi 2017 comprendono la rassegna “Emozioni di Natale” dove sono confluiti oltre 15 eventi, 10 differenti associazioni e le luminarie natalizie, e che quindi solo una piccola parte del contributo è stata gestita direttamente dall’associazione. Finge di non ricordare che nella Rassegna 2017 personalmente ha curato un progetto (a cui è stato destinato una parte di quel contributo). Per lo stesso progetto è stata presentata una fattura non quietanzata, che ad oggi, ha comportato il blocco della relativa rendicontazione.

Lei adesso chiede trasparenza, mentre noi siamo stati i primi a rendicontare il 100% delle spese relative alle sagre; chiede di fare “finalmente gruppo” mentre noi siamo stati i primi a collaborare fattivamente con le associazioni: tutte le nostre iniziative hanno avuto come filo conduttore il coinvolgimento delle scuole e del maggior numero possibile di associazioni locali, tranne una che ci ha tenuti sempre a distanza. È evidente quindi che si è trattato solo di un pretesto per metterci in cattiva luce, strumentalizzare la situazione e tirarci nell’agone politico.

L’Associazione "In Piazza" ha finalità differenti e vuole continuare ad operare nella massima equidistanza da ogni schieramento politico, dialogando con tutti per il bene di Turi. Il tempo prezioso che ci resta continueremo a dedicarlo all’organizzazione della Sagra 2018, ribadendo la nostra disponibilità ad accogliere qualsiasi tipo di collaborazione finalizzata alla buona riuscita dell’evento.

Ass. "In Piazza"

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI