Domenica 23 Settembre 2018
   
Text Size

Bagni pubblici: un 'biglietto da visita' maleodorante

bagni turi

Riceviamo e pubblichiamo la lettera che un gruppo di cittadini ha inviato, mercoledì 2 maggio, all'attenzione del Commissario Prefettizio Andrea Cantadori. Oggetto della missiva è lo stato dei bagni pubblici: l'assenza di interventi di manutenzione ordinaria ha compromesso la tenuta dell'impianto fognario, con le immaginabili conseguenze in termini di igiene e decoro urbano.

Un problema che, come sottolineano i cittadini promotori della lettera, diventa ancora più urgente affrontare in vista degli importanti appuntamenti che Turi si prepara ad ospitare: la Sagra della Ciliegia Ferrovia e la Festa Patronale.

***

Egregio Signor Commissario Prefettizio, siamo a disturbarVi per sottoporre alla Vs. attenzione uno dei tanti problemi che affliggono nella quotidianità i cittadini turesi. Si tratta del precario stato in cui versa il bagno pubblico sito a margine della villa comunale. Una situazione trascurata nel tempo e che porta i segni di un degrado sempre più accentuato.

Concretamente si tratta del fatto che, non essendo stato fatto negli anni alcun intervento di manutenzione ordinaria, la tenuta dell’impianto fognario (in particolar modo dei tubi di scarico dei singoli orinatori) ha praticamente ceduto, per cui rilascia sul pavimento urina, che ristagnando attira mosche ed altri insetti, oltre a provocare cattivi odori.

Questa situazione, già precaria da un punto di vista del decoro urbano, diventa ancora più problematica con l’approssimarsi della stagione estiva per quanto riguarda l’igiene pubblica.

Certamente in questi giorni la S.V. si troverà ad affrontare una miriade di problemi piccoli e grandi, ben più importanti di quello che con la presente Vi stiamo sottoponendo, ma questo in parola tocca particolarmente la sensibilità dell’opinione pubblica, che ha visto il Paese arretrare nella gestione del territorio e dei servizi pubblici per la cittadinanza.

Ultimo e non meno importante il fatto che, con l’avvicinarsi della Sagra della Ciliegia Ferrovia e della ricorrenza della Festa Patronale, che quest’anno si celebra nell’ambito del Giubileo Oronziano, Turi diverrà meta di turisti e forestieri, ai quali non si può presentare un tale maleodorante biglietto da visita, segno di abbandono e negligenza nella cura dell’arredo e delle infrastrutture urbane.

Nell’augurarVi buon lavoro, siamo certi dell’efficacia del Vs. intervento in tempi brevi, Vi ringraziamo anticipatamente.

Turi, 2 maggio 2018

Un gruppo di cittadini

Commenti  

 
Peppinocarenza
#1 Peppinocarenza 2018-05-09 08:28
Soon anni ed ancora non é stato fatto niente.Disgustevole.????????????????????
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI