Martedì 11 Dicembre 2018
   
Text Size

Tre milioni di euro ai Comuni per smaltire manufatti in amianto

amianto-2-620x465

La Giunta regionale ha approvato un avviso finalizzato a concedere ai Comuni pugliesi contributi economici per la rimozione, il trasporto e il conferimento in impianto autorizzato di manufatti contenenti amianto, presenti nei fabbricati e negli immobili di proprietà privata.

Si tratta di una iniziativa molto importante per la salvaguardia della salute pubblica, in ragione dei ben noti pericoli connessi alla presenza sul territorio regionale di questo materiale del quale si è fatto largo uso nell’attività edilizia soprattutto negli anni ’60 e ’70, sino almeno alla metà degli anni ’80, quando iniziarono a diffondersi i primi dati sugli effetti nocivi di questa sostanza.

A tal fine la Regione Puglia ha elaborato un avviso“a sportello” rivolto alle amministrazioni comunali per acquisire le istanze di candidatura per l’assegnazione dei contributi. Spetterà, poi, agli enti locali beneficiari il compito di scegliere autonomamente, in ragione delle esigenze specifiche espresse dal territorio, gli interventi concreti da realizzare con il contributo regionale a fondo perduto pari a 3 milioni di euro.

Il contributo massimo che sarà assegnato ai Comuni sarà composto di una parte fissa, non superiore a 35.000 euro, e una parte aggiuntiva che varierà a seconda del numero di residenti nell’ente: 5mila euro per i Comuni al di sotto dei 5mila abitanti; 15mila euro per i comuni fino a 20mila abitanti; 25mila euro per i Comuni al di sotto dei 50mila abitanti e 35mila euro per i Comuni con più di 50mila abitanti. In ogni caso, l’amministrazione richiedente deve garantire un cofinanziamento pari al 25% del contributo richiesto.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI