Martedì 11 Dicembre 2018
   
Text Size

Pasquetta da incivili

Bosco Monteferraro Turi

Possiamo fare tutti i reclami, le lamentele e le denunce di questo mondo, ma se non c’è la collaborazione dei cittadini con rispetto civico e un briciolo di amor proprio, non andiamo da nessuna parte. È il commento alle immagini di quello che resta in zona Monteferraro dopo la classica scampagnata di Pasquetta. Piatti e bicchieri di plastica, barbecue, bottiglie di plastica e vetro, carte: uno scempio a cui, purtroppo, siamo abituati ad assistere dopo ogni giornata campestre. Bosco Monteferraro Turi (2)

Si parla sempre e solo della politica egoista, cieca, nullafacente per la vita civica cittadina e siamo d’accordo... ma se i cittadini votano, come lasciano dopo aver consumato (come testimoniano le foto), non ci dobbiamo meravigliare di quello che accade a Turi...

La “politica” è sempre espressione degli stessi cittadini. La protesta, il cambiamento, la rinascita come si vuol chiamare, parte dalla cittadinanza allargata che non deve solo vomitare lamentele, ma concretizzare i propositi con atteggiamenti di rispetto altrui e dell’ambiente.

Ma se la situazione dopo Pasquetta, quando si sono trascorse ore di svago all’insegna dell’inciviltà è questa, è davvero emblematica. I resti dei banchetti all’aperto sono stati lasciati in terra, rovinando così luoghi di rara bellezza ed inquinando la natura circostante che poco prima aveva regalato tranquillità e gioia.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI