Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Drappo rosso contro la violenza di genere

Municipio drappo rosso

Approda a Turi la "Staffetta Rossa della rete antiviolenza locale", una maratona contro la violenza sulle donne lunga sette mesi, che vede coinvolti i quattro Comuni dell’Ambito sociale territoriale di cui il Comune di Gioia del Colle è capofila, in sinergia con il Centro Antiviolenza Li.A., attualmente affidato alla gestione dell’Associazione “Sud Est Donne” e della Cooperativa Sociale “Comunità San Francesco”.

"Abbiamo appena esposto dal balcone del Comune il drappo in foto, a testimonianza di un'iniziativa che accomuna Gioia del Colle, Turi e Sammichele di Bari. L'iniziativa - annuncia il sindaco Menino Coppi - vuole rappresentare un momento di riflessione sul tema della violenza, dando adeguate informazioni sui soggetti ai quali rivolgersi e fornendo spunti di analisi preventiva".

Il programma ha preso inizio lo scorso 30 novembre a Gioia del Colle con l'incontro del Tavolo Interistituzionale contro la violenza di genere, che ha visto riunite le realtà istituzionali che, a diverso titolo, si occupano del fenomeno: servizi sociali, servizi sanitari, Forze dell’Ordine e scuole. Al termine dell’incontro al balcone della Sala Consiliare comunale è stato appeso un drappo rosso, quale simbolo del comune impegno nel contrasto alla violenza su donne e bambini. Un drappo ed un impegno che ora passano nelle mani del Comune di Turi.

"Il 15 febbraio - precisa Coppi - la staffetta è stata consegnata dagli Amministratori gioiesi a quelli turesi, durante un incontro sul tema "Adolescenza ed identità. Discriminazione tra i generi", tenutosi presso l'ITES "Pertini" di Turi. La campagna di sensibilizzazione proseguirà nel nostro Comune con altre iniziative fino al prossimo 9 aprile, quando la staffetta sarà consegnata al Comune di Sammichele".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI