Mercoledì 15 Agosto 2018
   
Text Size

Raccolta differenziata. Un incontro per valutare le criticità

Conferenza Rifiuti 01 (1)

A Turi cresce il senso civico, ma si deve fare di più. Dubbi e problemi discussi in un incontro pubblico


Solo un mese fa Legambiente ha premiato il Comune di Turi tra le fila dei nuovi paesi "Ricicloni". Un importante obiettivo raggiunto della nostra comunità che, da circa due anni, abbraccia il sistema di raccolta differenziata porta a porta introdotta su iniziativa dell'Assessore Antonello Palmisano.

Dopo un anno di applicazione del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti, dallo scorso 1° novembre è in uso il nuovo calendario di conferimento degli stessi, uguale in tutte le zone del paese.

Il tema della corretta differenziazione dei rifiuti, come anche del comportamento civico da adottare per salvaguardare il nostro territorio, sono stati al centro dell'incontro svolto nel pomeriggio di giovedì 18 gennaio presso la Sala Consiliare del Comune.

Criticità e proposte di miglioramento del servizio di raccolta differenziata i punti chiave della discussione a cui hanno preso parte comuni cittadini e commercianti turesi.

Dalle parole dei relatori traspare come, a fianco dei tanti turesi che hanno presto accolto ed applicato la metodologia della raccolta differenziata, ci sono purtroppo tanti che continuano a mostrarsi sordi davanti al richiamo della raccolta differenziata: c’è una sorta di resistenza a comprenderla, seguirla e tutto questo crea disagio, oltre che grande imbarazzo. Basti guardare lo stato in cui si presentano le nostre strade periferiche, spesso immortalate sui social network e oggetto di commenti e delusioni da parte di chi crede nel rispetto del nostro territorio.

Conferenza Rifiuti 01 (2)

Tante le parole scritte, poche le voci emerse durante l’incontro pubblico, dove tante, forse tutte le sedie sono rimaste vuote.

Un nuovo calendario sta per essere distribuito alle utenze domestiche e non, che potrà informare i cittadini sulle novità del sistema. Obiettivo, ribadisce Vito Catucci sostenuto da Antonello Palmisano, è ridurre la produzione di “secco residuo” che oggi raggiunge i 39 kg pro capite. Eravamo a 49 kg.

Variazioni nella esposizione della raccolta, soprattutto si pensa allo scambio tra il venerdì e il sabato. “Tutto verrà spiegato nel nuovo calendario che semplificherà anche la comprensione della esposizione e conterrà un vademecum su alcuni dubbi e perplessità”. Cartone della pizza? Va messo nella carta; tovaglioli del tipo scottex? Vanno messi nell’indifferenziato. Aumentare i giorni di raccolta dell’indifferenziato? Sarebbe controproducente proprio in vista della volontà di ridurre il secco residuo.

Per le utenze non domestiche, tante possibilità sono state offerte da Catucci che sta dando l’occasione ad ognuno degli esercenti di risolvere i propri problemi.Ed è proprio Vito Catucci a ribadire l’importanza di un sempre maggiore confronto con i cittadini, affinché ognuno possa esporre le problematiche e l’azienda possa offrire un servizio più vicino alle reali esigenze della cittadinanza.

“Visti i risultati ottenuti in questo poco tempo, dobbiamo ritenerci più che soddisfatti del lavoro che tutti i cittadini stanno svolgendo” - ha concluso il Sindaco Coppi. E proprio dei risultati si discuterà in una conferenza stampa, indetta il prossimo 24 gennaio presso il Chiostro delle Clarisse.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI