Giovedì 14 Dicembre 2017
   
Text Size

Applausi per la Famiglia Fidas di Turi

Fidas Turi

Francesco e Michele Salvatore Troiano. Figlio e padre uniti nel nome
della donazione di sangue


Doppio riconoscimento per la famiglia Fidas di Turi che domenica scorsa, 1° ottobre, presso lo Showville di Bari, ha applaudito alla famiglia Troiano. Il presidente turese, Michele Salvatore, assieme a suo figlio Francesco sono saliti sul palco della sala barese per essere omaggiati della loro generosità e attenzione nei confronti delle emergenze.

Michele Salvatore, giunto a 106 donazioni, ha accolto tra le fila dell'associazione da lui presieduta, il figlio Francesco, da poche settimane diciottenne, che qualche giorno fa ha effettuato la sua prima donazione presso il centro trasfusionale della vicina città di Putignano. Evidente l'emozione e la soddisfazione della famiglia nell’applaudire l’ingresso del giovane Francesco tra coloro che desiderano offrire una parte di se stessi al prossimo. Fidas Turi 2

Quella di domenica scorsa è stata una vera festa per la grande famiglia dell’Associazione “Federazione Pugliese Donatori Sangue”, federata FIDAS, che si è incontrata a Bari per celebrare “La solidarietà va in scena”, giunta alla sua VIII edizione. Dalle 18.30 il sipario della Sala Grande del Multisala Showville è tornato ad aprirsi sul mondo del volontariato della donazione del sangue, e momenti di vita associativa si sono alternati allo spettacolo di intrattenimento che l’Associazione offre gratuitamente ad una rappresentanza dei suoi 18.000 soci donatori e donatrici, che contribuiscono ai 9000 atti trasfusionali che ogni giorno si realizzano in Italia a beneficio degli ammalati.

Alla presenza del Vicepresidente Nazionale FIDAS dott. Pierfrancesco Cogliandro e della Presidente regionale dott. Cosima Sergi, la serata si è aperta con una grande “finestra associativa”. Sono saliti sul palco 25 ragazzi che, aderendo al Progetto “Buon 18° compleanno con FIDAS”, hanno voluto festeggiare la loro maggiore età donando sangue sull’esempio dei loro familiari e tra loro, anche il turese Francesco. A loro, sono seguiti i tre soci che hanno superato nel 2016 le 100 donazioni: Pasquale Esposito di Altamura, Stefano Del Mastio di Terlizzi, Michele Salvatore Troiano di Turi. Sono quindi state consegnate a Francesco Saverio Calò, di Molfetta, le insegne del Cavalierato della Repubblica concessogli a giugno per lo straordinario contributo di donazioni (249 fino ad oggi) e per l’impegno nel volontariato attivo. Lo stesso omaggio è andato a due dirigenti dell’Associazione, Roberto D’Alessandro e Giorgio Riccio, anche loro a giugno insigniti delle onorificenze di Cavaliere, il primo, e di Commendatore, il secondo.

Dopo la consegna del Premio “Un amico per la Comunicazione”, e la firma dell’atto di gemellaggio tra la FPDS-FIDAS e la FIDAS PAOLA, associazione di donatori di sangue della provincia di Cosenza, ha preso il via la seconda parte della serata. Risate a perder fiato sono state garantite dal “Rimbamband show”, uno spettacolo di grande impatto musicale e comico dell’ormai notissimo complesso pugliese.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI