Martedì 17 Ottobre 2017
   
Text Size

Commerciante turese multato

ft

La vicenda che è capitata ad un commerciante di Turi ha dell'incredibile, anzi del paradossale; è lui stesso, il signore Giuseppe Di Pinto, a raccontarla sul gruppo "Sei di Turi se..".

Qualche giorno fa il commerciante nota che il cassonetto dell'indifferenziato, posto davanti al suo esercizio, è stato rubato con tanto di bustone dell'indifferenziato dentro, poiché l'anomalo furto è capitato probabilmente di notte. Per evitare di incorrere in problemi, ha immediatamente denunciato la cosa, anche perché se non l'avesse fatto non avrebbe ricevuto il nuovo bidone.

Tutto sembrava finito lì, se non fosse che, non molti giorni dopo, il commerciante si è visto recapitare a casa una raccomandata contenete un verbale. Mittente: il Comune di Cellamare. Avevano infatti ritrovato la sua busta di rifiuti (senza cassonetto) nelle campagne del Comune di Cellamare. La Polizia Locale di Cellamare ovviamente ha fatto le sue indagini ed è risalita allo sfortunato turese, che è stato così multato.

Come ovvio il signore non ha nessuna intenzione di pagare la multa ed intende fare ricorso: forse basterebbe presentare la denuncia fatta al Comune di Turi. L'episodio di certo mette in risalto due realtà: la prima conferma l'esistenza, ancora e nonostante le tantissime campagne di sensibilizzazione, dei "vandali del sacchetto"; la seconda dimostra che i controlli ci sono, vengono fatti bene ed in maniera tanto zelante che ogni tanto - come in questo caso - si possono verificare degli "effetti collaterali".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI