Martedì 17 Ottobre 2017
   
Text Size

Copri pattumelle: presentato il progetto

DSC07950

È stata l’occasione per presentare ai commercianti, come anche ai cittadini turesi, il progetto del Copri-pattumelle ideato dall’Associazione TuriAttiva, l’incontro organizzato nel primo pomeriggio di martedì 6 giugno presso la sala conferenze della Biblioteca comunale. Un appuntamento esteso alla cittadinanza, ma a cui hanno preso parte solo pochissime attività turesi che, con curiosità e qualche perplessità, hanno risposto positivamente all’invito.

DSC07945

“All’indomani dell’avvio della raccolta differenziata – ha aperto il presidente di TuriAttiva, Albino Malena, ringraziando i presenti e l’Amministrazione Comunale nelle persone di Antonello Palmisano e Lavinia Orlando presenti all’incontro – molte attività hanno mostrato perplessità sull’uso delle pattumelle e la mancanza di spazi, all’interno dei loro negozi, per porre i contenitori. Oggi, - ha proseguito Malena facendo un rapido excursus dell’idea di TuriAttiva- dopo il consenso dell’Amministrazione Comunale e del Mediatore Civico, possiamo usufruire per qualche tempo, del suolo pubblico e posizionare le Copri pattumelle che sono state progettate”.

Decoro urbano e necessità commerciali al centro di quanto ideato e presentato dall’Associazione dei Commercianti turesi che nel pomeriggio di martedì hanno raccolto le adesioni delle attività che, con una piccola spesa, porranno munirsi di copri contenitori da lasciare all’esterno degli spazi commerciali creando, sul suolo pubblico, piccole isolette di raccolta di materiale differenziato.

Ogni copri contenitore sarà di esclusiva proprietà e responsabilità del commerciante che ne fa richiesta e che, munito di chiave, potrà conferire il suo rifiuto in uno spazio di massimo 3mq. “Alcune attività – ha aggiunto Malena – hanno chiesto di unirsi nella spesa e nell’uso dell’isoletta ecologica, così da condividere i costi di acquisto delle coperture e quindi di uso delle isole”. Per meglio spiegare il progetto, Vito Rossi ha presentato alla platea di commercianti i numeri delle strutture in legno che “ogni commerciante dovrà tenere pulito e potrà abbellire liberamente con fiori o quello che desidera”. Potranno essere affissi anche cartelli di divieto di usare l’isola per i rifiuti delle utenze domestiche, come ha suggerito l’Assessore Palmisano. Questa è stata appunto una delle perplessità esternate durante l’incontro, dal gestore di una pizzeria da asporto della nostra cittadina. “Spesso mi capita di trovare vicino ai miei bidoni, anche le buste di immondizia di utenze domestiche. – ha spiegato il signor Domenico de “Il Capriccio”. Non vorrei che chiunque, passando dall’isola che verrà creata, possa pensare di lasciare nelle sue vicinanze altri sacchi di immondizia!”. L’inciviltà cittadina, ma anche l’emanazione di cattivi odori con l’approssimarsi della stagione estiva, tra gli argomenti trattati, che verranno ripresi e risolti, come sottolineato dall’Assessore Palmisano, in altre circostanze.

DSC07955

Invadere il paese di colori, di giardini vintage, di isolette che nascondono contenitori di rifiuti differenziati porterà, ci auguriamo, ad una maggiore attenzione collettiva nei confronti del decoro urbano, spesso preteso ma verso cui poco ci adoperiamo. I commercianti, o almeno coloro che aderiranno all’iniziativa di TuriAttiva, si stanno impegnando a loro spese a donare al territorio cittadino una pennellata di vitalità, per anche nascondere quei poco gradevoli contenitori neri che, ancora per poco tempo, potranno essere lasciati sul suolo pubblico dalle attività commerciali. “Per regolamento – ha infatti sottolineato Palmisano – ogni esercizio commerciale deve lasciare i bidoni all’interno del negozio, esponendo in serata solo il rifiuto che verrà conferito il giorno seguente. Fino ad ora nessuno è stato contestato, ma questa pratica dovrà essere presto vietata”. L’uso dello spazio pubblico “che non sarà il marciapiede, bensì quello che prima conteneva i bidoni dell’immondizia o un posto auto” – come ha sottolineato in conclusione Rossi, sarà esclusivamente per le copri pattumelle. È iniziata così la fase di adesione e di identificazione degli spazi cittadini che le conterranno così da poterle a breve vedere disposte nella nostra cittadina.

Entro sabato le adesioni

In seguito all’incontro tenuto martedì scorso, l’Associazione TuriAttiva precisa che è partita la seconda fase della progettazione relativa alla definizione delle posizioni relative alle copripattumelle, progettate dal geometra Vito Rossi, delle attività aderenti. Al momento sono solo sei le attività commerciali che hanno abbracciato il progetto che, ricordiamo, è del tutto ecosostenibile, poiché la tipologia costruttiva è legno verniciato. Il progetto, ripetiamo, in amministrazione condivisa prevede l'esonero del pagamento dell'occupazione degli spazi pubblici.  

“Raccoglieremo – chiariscono dall’Associazione - adesioni entro sabato. Lunedì il progetto definitivo sarà protocollato; chi vorrà farlo successivamente dovrà, ovviamente, presentare un suo progetto in comune, a suo nome, basandosi su quello originale. Ricordiamo che a questo progetto possono partecipare anche le Attività non tesserate Turiattiva”. 

L'associazione precisa inoltre, che la concessione di tenere i bidoni all'esterno delle attività non durerà per sempre, perché, come da regolamento dell'Aroba5, i bidoni dovrebbero essere conferiti esclusivamente nel giorno e negli orari previsti.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI