Domenica 22 Ottobre 2017
   
Text Size

‘Pacco’ amaro per la Conturband. ‘Siamo sbalorditi!”

IMG-20170615-WA0015

L’Associazione Musicale Conturband ha scritto una lettera infuocata al sindaco Menino Coppi, alla vice e assessore alla cultura Lavinia Orlando. La prima street band nata in Puglia è proprio la Conturband di Turi, eppure i nostri ragazzi sono stati letteralmente ignorati e umiliati. La lettera, ovviamente, come in tutti i casi, non ha ricevuto alcuna risposta. È stata letteralmente ignorata, come ignorati sono i musicisti di casa nostra. Il motto - nemo propheta in patria - non tramonta mai.

La lettera integrale.

Oggetto: Tutela del patrimonio culturale turese – street band CONTURBAND.

Gentilissimi, è di questi giorni la pubblicazione, a mezzo social, dell’evento “Circus Smile” del prossimo 25 giugno a Turi, a cura della Pro Loco e patrocinato, credo anche finanziato, dal Comune di Turi. Premesso che Turi detiene il primato per aver dato i natali alla PRIMA STREET BAND di Puglia, e non solo, così come attestato dalla STORIA (fondata nel 2008) e dai riconoscimenti ottenuti sul campo (vedi 1° Premio nel Concorso Nazionale per Street Band svoltosi a Monopoli nel 2015). Ovunque, soprattutto nel territorio dell’Italia Meridionale, la ConTURband, che porta anche TURi nel nome, è apprezzata e riconosciuta come esempio di formazione musicale innovativa e soprattutto identificata con la nostra città TURI; dal 2011 ad oggi la Puglia (dopo la Toscana) ha visto un fiorire di realtà musicali simili alla nostra, ma tutte successive; la CONTURBAND da sempre lavora con qualità puntando sulla preparazione dei musicisti e sull’innovazione del repertorio (vedi l’album discografico PERCORSI e la partnership al progetto “GUARDA CHE BANDA” finanziato nell’ambito dei Fondi Pin Regionali 2017); dal 2015 abbiamo lanciato il progetto musicale JUNIOR BAND, unica realtà NAZIONALE nel settore marching band, formata interamente da ragazzi under 16 si resta alquanto SBALORDITI nel visionare la promozione fatta dell’evento del 25 giugno, dove campeggia la foto di una band “clone” della nostra.

A noi il contrasto TURI-Foto della Band “Clone” appare alquanto stridente ed offensivo.

Siamo per la libera espressione e per la libera concorrenza, artistica e musicale, però non possiamo tollerare che la stessa band “Clone” si vanti addirittura di titolo, così come evidenziato sulla loro pagina Web e Social, di PRIMA STREET BAND PUGLIESE. Soprattutto non riusciamo a tollerare che la stessa formazione venga selezionata per svolgere un evento nel nostro territorio, con tanto di pubblicità e promozione. Abbiamo già evidenziato il problema alla Pro Loco di Turi, chiedendo tutela di un prodotto tipico di Turi – la CONTURBAND – che andrebbe invece valorizzato e non denigrato con tali operazioni. Ci è stato risposto che trattasi di “beghe tra band” di cui loro non hanno interesse; ebbene non credo si tratti di “beghe tra band” la tutela dell’identità cittadina, anche in ambito musicale e culturale. Né altresì è ammissibile la giustificazione che l’evento è un pacchetto di artisti proposto da una agenzia di Taranto (Smile Eeventi di Manuel Manfuso) e quindi non modificabile nelle componenti, perché a questo punto ci verrebbe da pensare che si tratti di un “pacco” o di un cavallo di Troia! Ci sono almeno altre venti formazioni simili, nate sulla nostra scia, in Puglia e che lavorano in maniera più seria; la Pro Loco potrebbe, visto che non preferisce le Band locali, almeno rispettare il nostro punto di vista.

CHIEDIAMO pertanto, con la presente, TUTELA del nostro operato, rappresentando la CONTURBAND il paese di TURI e l’identità culturale della nostra comunità, stimata ed apprezzata in tutti i Comuni in cui si è ritrovata ad esibirsi in dieci anni di attività. Non è possibile che un evento del genere sia organizzato dalla PRO LOCO di Turi, che di contro dovrebbe PROMUOVERE il territorio, né soprattutto che sia addirittura finanziato dal Comune di Turi. CI aspettiamo una risposta ed una azione soddisfacente da parte dell’Amministrazione Comunale; in alternativa ci vedremo costretti a porre l’interrogazione alla cittadinanza, a mezzo stampa, social e con tutti i modi idonei a divulgare la questione. 

Commenti  

 
B.Elefante
#11 B.Elefante 2017-06-23 22:01
CHI CRITICA CHI?
Scritturare gruppi che operano in modo coordinato è quasi normale negli eventi musicali.
Anomalo è invece scopiazzare sistematicamente eventi già ideati creati e realizzati in altri comuni, restando incapaci di elaborarne e realizzarne di propri, originali e consoni ad economia e caratteristiche antropologiche culturali locali. Incapacità che dipende dallo slegame totale con la cittadinanza, a favore del legame coi soldi.
Chi critica la proloco farebbe bene a guardarsi prima allo specchio.A parte lo squallore mercantile da venditori ambulanti di certi strali da accattoni di soldi pubblici.
Citazione
 
 
Mino Miale
#10 Mino Miale 2017-06-20 17:19
Perchè dare tutti addosso alla Pro Loco... manca il dialogo programmatico e costruttivo tra Associazioni Culturali del paesello... scusatemi eh ??? Uscite fuori da queste quattro mura e poi ... litigate "tra poveri" ... Si cade sempre nella presunzione di avere un controllo politico sulle Pro Loco e le manifestazioni stagionali estive turesi... storie vecchie !
Citazione
 
 
Perché
#9 Perché 2017-06-20 11:48
Perché non fate un dibattito pubblico?
Citazione
 
 
Flavio Insinna
#8 Flavio Insinna 2017-06-19 19:03
Ma se siete arrivati a comprare pacchetti preconfezionati di manifestazioni, che bisogno c'è di chiamarsi ancora Pro Loco o Organizzatori di eventi? Spiegatemi
Citazione
 
 
Boicottaggio
#7 Boicottaggio 2017-06-19 13:06
Semplice, non partecipate alla iniziativa della Pro Loco visto che va contro il paese di Turi.
Citazione
 
 
Ma...
#6 Ma... 2017-06-18 14:26
Esiste la proloco?
Citazione
 
 
Campanilismo?
#5 Campanilismo? 2017-06-18 14:24
Forse una scelta (sbagliata) per i pochi turesi presenti a discapito di un ottimo prodotto musicale...
Citazione
 
 
Pino
#4 Pino 2017-06-14 23:49
ma scusate è più importante questa banda forestiera della Conturband di Turi? La Pro Loco preferisce tutelare i prodotti non del posto? Ma si dimettesse, Roba da matti...
Citazione
 
 
Piero Italiano Fiero
#3 Piero Italiano Fiero 2017-06-13 20:49
In questo caso la Proloco è perfettamente in linea con quello che si dice dei turesi, che è gente non solidale (è evidentissimo nel settore cerasicolo) infatti fanno di tutto per metterselo a quel posto tra loro, sinergia zero. Suggerisco almeno per questo evento di cambiare nome alla Proloco in Controloco. Comunque CONTURBAND andate avanti siete così forti che superete l'ignoranza della Proloco e di questa amministrazione che è sensibile ai soliti noti (vedi associazione B&B, dove persino si è scomodata la Vicesindaco andando a Milano). Diciamola tutta questo è un paese dove sotto sotto serpeggiano accordi e compromessi dove per una manciata di voti si consegna la propria dignità a quattro ignoranti e presuntuosi. Ormai è una società dove puoi aver studiato per anni e anni magari avere due lauree ed un master ma se non sai giocare a Burraco non conti niente.
Citazione
 
 
Mino Miale
#2 Mino Miale 2017-06-13 08:13
Tranquilli ... non ci mortifichiamo... da turesi siamo fatti così, ci facciamo male da soli... La stessa Sagra per pochi anni era famosa come Sagra Ciliegia Ferrovia di Turi... ma poi sparì Turi... non sò se mi spiego...
Citazione
 
 
turese65
#1 turese65 2017-06-12 11:07
Solidarietà alla Conturband.Come al solito non siamo capaci di tutelare quel poco di buono che questo paese ha.Quando cresceremo?Scivoliamo sempre più nell'oblio.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI