Lunedì 23 Ottobre 2017
   
Text Size

Scoprendo Turi

ft 2  (4)ft 1 (4)

Telecamere puntate verso particolari inconsueti, occhi e orecchie fisse a catturare suoni e colori della nostra terra, papille gustative messe a dura prova dalle eccellenze culinarie locali.

Sono gli ingredienti del “Press Tour e promozione del territorio Turese” andato in scena, se così possiamo dire, sabato 27 maggio. Ben otto i giornalisti delle più note testate che si occupano di food and wine, come Rai Tg2 con Lucia Buffo, In Viaggio/Bell'Italia con Ornella D’Alessio, Gambero rosso Tre Bicchieri con Andrea Gabbrielli, La madia Travel & Food con Antonietta Mazzeo, Ansa Terra & Gusto con Alessandra Moneti, L'italia a tavola con la direttrice Mariella Morosi, Prince/ Spirito Divino con Alessandra Piubello e La Cucina Italiana con Gian Maria Vacirca che hanno trascorso l'intera giornata nel nostro paese.

ft 1 (3)

Un tour tra le bellezze naturali e paesaggistiche; architettoniche e culinarie, per un percorso che permetterà al nostro paese di figurare tra le mete turistiche da scoprire ed approfondire.

Curiosi, affascinati, attenti e sorpresi gli otto professionisti che dalle prime ore di sabato scorso hanno calcato la nostra terra e sono stati condotti tra gli alberi di ciliegie per raccontare la massima attività agricola del periodo. “Abbiamo iniziato con la raccolta e la degustazione di ciliegie presso il B&B “Il giardino dei Ciliegi” della signora Antonella Masi che si è dimostrata molto gentile e disponibile offrendo agli ospiti anche la possibilità di assistere alla realizzazione della marmellata. I professionisti, poi, hanno proseguito la visita del nostro paese e, dopo il centro storico accompagnati da Vito Rossi, sono stati condotti presso la cella di Antonio Gramsci” – ha commentato la vice sindaco Lavinia Orlando.

Poi, “Grotta di Sant'Oronzo, Chiese, Centro Storico, Palazzo Marchesale e Chiostro delle Clarisse sono stati molto apprezzati dai nostri ospiti, che produrranno, nei prossimi mesi, servizi tv ed articoli su testate nazionali”.

“Ringraziamo – aggiunge la Orlando - il Movimento Turismo del Vino di Puglia per l'organizzazione del "Press Tour", le associazioni "Il Viandante", "I Bersaglieri", "In Piazza" e Vito Rossi per aver narrato del nostro paese ai giornalisti, l'associazione "Casa delle idee" per la disponibilità, il b&b "Il Giardino dei Ciliegi" per la squisita accoglienza a base di ciliegie, il ristorante "Menelao a Santa Chiara" per l'ottimo pranzo, le aziende nostrane vitivinicole Giuliani e Coppi, oltre a tutte le altre aziende presenti”.

Erano infatti numerose le aziende che hanno risposto all’invito a farsi conoscere attraverso un calice offerto nel Chiostro delle Clarisse. Una parentesi tutta dedicata al Primitivo di Gioia del Colle, ai suoi produttori e al territorio dove, in collaborazione con il Consorzio Vini DOC "Gioia del Colle", sono state offerte e fatte scoprire le diverse interpretazioni della Dop Primitivo di Gioia del Colle con 15 aziende che hanno donato il meglio delle loro produzioni, raccontando sfide, traguardi e prospettive di una varietà autoctona dai mille volti.

A fianco del Sindaco Domenico Coppi, Sebastiano de Corato, presidente del Movimento Turismo del Vino Puglia; Donato Giuliani, presidente del Consorzio Vini DOC "Gioia del Colle" e i rappresentanti delle aziende produttrici di Dop Primitivo di Gioia del Colle aderenti che hanno aderito all'iniziativa: Tenute Chiaromonte - Acquaviva delle Fonti (Ba); Coppi - Turi (Ba); Giuliani Vito Donato - Turi (Ba); Tenuta Viglione - Santeramo in Colle (Ba); Pietraventosa - Gioia del Colle (Ba); Plantamura - Gioia del Colle (Ba); Azienda Agricola Tre Pini - Cassano Murge (Ba); Cantine Imperatore - Adelfia (Ba); Tenute Patruno Perniola - Gioia del Colle (Ba); Terre Carsiche - Castellana Grotte (Ba); Vini Fatalone - Gioia del Colle (Ba); Terra Jovia - Gioia del Colle (Ba); Agricola Cannito - Grumo Appula (Ba); Cardone - Locorotondo (Ba); Botromagno - Gravina in Puglia (Ba).

“È un vero onore per Turi ospitare un evento così attrattivo, nel periodo dell'anno più importante per l'intera comunità – ha dichiarato il Sindaco Coppi. Turi, infatti, oltre a vantare una notevole produzione vitivinicola, si distingue per la cerasicoltura, in particolare per la ciliegia ferrovia, sulla cui produzione è leader nazionale e la cui raccolta è iniziata proprio in questi giorni. Insieme all'agricoltura ed all'enogastronomia, Turi si distingue anche per l'ospitalità, garantita dalla presenza di numerose strutture ricettive che accolgono, durante tutto l'arco dell'anno, ospiti provenienti da ogni parte del mondo, i quali scelgono il nostro paese per la posizione particolarmente favorevole, baricentrica rispetto alle tante località pugliesi più note, ma restano piacevolmente sorpresi e colpiti anche da Turi, per la bellezza del suo centro storico e delle sue Chiese, per i colori della campagna che lo circonda e per la tranquillità e serenità respirabili in ogni sua strada”. 

ft 1 (1)

Il tour, proseguito nel giorno successivo con un particolare parentesi al settore wine, ha permesso ai giornalisti un approfondimento culturale e gastronomico presso le Cantine Coppi dove hanno anche pranzato e degustato la famosa Faldacchea. Lunedì è stata poi la volta dei paesi limitrofi, con una carrellata dei paesi più conosciuti e frequentati.

Il Press Tour, organizzato dal Movimento Turismo del Vino Puglia, da sedici anni con questo format ospita i giornalisti della stampa nazionale di settore, offrendo loro un'interessante panoramica sulle cantine, le antichissime tradizioni, la cultura enogastronomica e la natura delle zone vitivinicole pugliesi.

Gradita e piacevolmente sorpresi i professionisti del settore all’indomani della loro conoscenza del nostro paese che ha regalato ai loro occhi e al loro palato un tour che presto potremo rivivere in servizi e pagine di tiratura nazionale.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI