Sabato 21 Ottobre 2017
   
Text Size

Multato nonostante il pass per disabili

IMG-20170425-WA0002

IMG-20170425-WA0003

Pino De Pasquale non ha bisogno di presentazioni, poiché a Turi è conosciutissimo e benvoluto, anche per la sua devozione nota in paese. Porta sulle spalle una disabilità pesante che lo costringe a usare le stampelle e la sedia a rotelle, ma nonostante questo non perde il buonumore, è partecipe alla vita della comunità ed ha una bellissima famiglia. Il turese si confida ai nostri microfoni raccontando la disavventura che gli è capitata qualche giorno fa nella vicina Conversano.

L'uomo, che si era recato con la moglie a Conversano per ascoltare la messa del Vescovo, ha trovato sul parabrezza della sua auto una multa per aver parcheggiato fuori posto presso gli stalli riservati ai disabili. Racconta De Pasquale: «Ho parcheggiato in Largo della Corte dove ci sono i posti per disabili ma, siccome era tutto pieno, ho parcheggiato la macchina "a spina di pesce" in un modo che non desse fastidio a nessuno. L'ausiliare del traffico ha fatto la multa, fregandosene del tagliando. Io sono su una sedia a rotelle e solo i piccoli tratti riesco a farli con le stampelle. La mia è una disabilità al 100 %».

«Mi sono recato al Comando dei Vigili Urbani di Conversano - prosegue De Pasquale - e hanno cominciato a dire che loro non potevano annullare la multa perché è stato l'ausiliare del traffico a farla. Si sono giustificati andando a scomodare molte norme del codice della strada, avendo occupato un posto che non dovevo occupare. Io la multa l'ho già pagata e poi eventualmente farò ricorso. Non è per i 28 euro, ma perché si tratta di un' ingiustizia. Sono andato per seguire la messa del Vescovo e ho avuto questa bella sorpresa!».

Riteniamo che in questo caso si potesse chiudere quantomeno un occhio: è vero, la legge è uguale per tutti, ma ricordiamoci che si tratta di una persona che non poteva andare a parcheggiare molto lontano.

Commenti  

 
vito totire
#1 vito totire 2017-05-04 14:07
Credo che il signor De Pascale a cui esprimo la mia solidarietà potesse fare ricorso al prefetto prima di pagare; mi pare ovvio che se una persona che ha diritto al parcheggio riservato e li trova tutti occupati forse questo evoca un errore di pianificazione del comune; oppure un comune valuta il bisogno di parcheggi sui soli residenti? Comunque sia secondo me il prefetto e lo stesso sindaco avrebbero argomenti e poteri per annullare la multa;
peraltro se io rappresentassi la amministrazione chiederei scusa e se fossi il sindaco, nella effettiva impossibilità giuridica di annullare (ammesso che esista) pagherei di persona.
In Italia ci sarebbero ben alri comportamenti da perseguire, cerchiamo di risparmiare energie.

Un caro saluto a Pino De pasquale, anche se "non ci conosciamo" per così dire.

Vito Totire
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI