Lunedì 23 Ottobre 2017
   
Text Size

L’alternanza scuola – lavoro: il “Pertini”

alternanza lavoro Pertini Turi (1)

 

Introdotta sin dal 2003 con la riforma Moratti, l’alternanza scuola lavoro è stata oggetto di diversi dispositivi legislativi. La legge 107/2015 l’ha disciplinata in maniera puntuale rendendola pienamente operativa in tutti gli istituti di istruzione secondaria superiore.

Si tratta di una metodologia didattica che si articola, negli Istituti tecnici, in 400 ore da svolgere nell’ultimo triennio e che combina la formazione scolastica in aula con esperienze lavorative che gli studenti svolgono presso imprese o enti al fine di acquisire conoscenze, abilità e competenze valide sia per inserirsi nel mondo del lavoro sia per orientare le future scelte formative. Il percorso si conclude con la certificazione delle competenze acquisite, l’attribuzione di crediti e l’inserimento dell’esperienza nel curriculum dello studente. Le tipologie di integrazione sono flessibili e prevedono: visite guidate e incontri con esperti esterni, rapporti di collaborazione con ordini professionali, associazioni culturali e di categoria, ricerche sul campo, simulazione d’impresa, tirocini, stage in Italia e all’estero.

alternanza lavoro Pertini Turi (4)

All’Ites “Pertini” si è conclusa poco prima di Natale la prima fase dell’alternanza che ha interessato le classi terze. Le attività organizzate dalla referente prof.ssa Pia Impedovo, con le tutor Agata Brescia, Maria Compagnone, Aurelia Palmisano, Oriana Pipino e dall’esperto Maria Grazia Santoiemma si sono articolate in diverse giornate, ognuna dedicata all’approfondimento di una tematica.

Durante il primo laboratorio i docenti curriculari hanno letto e analizzato la L. 107/2015 spiegando, attraverso la presentazione di slide, il contenuto della normativa. Il secondo giorno, la dott.ssa Feldia Loperfido, psicologa dell’Università degli Studi di Bari, ha presentato agli studenti il bilancio delle competenze con l’obiettivo di favorire non solo una maggiore conoscenza di se stessi, ma anche come valorizzare i propri punti di forza e di debolezza nonché come individuare le passioni che possono orientare le loro scelte. I ragazzi si sono interrogati su come il loro modo di essere e agire potesse adeguatamente conciliarsi con l’inserimento nel mondo del lavoro. È stato insegnato loro come muoversi all’interno dello stesso imparando a individuare le migliori offerte, definendo il proprio obiettivo e personalizzando la ricerca attraverso l’elaborazione delle strategie più efficaci per l’inserimento professionale. Gli studenti, inoltre, hanno imparato a redigere un curriculum vitae europeo in italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Lo step successivo è stato utile per comprendere come affrontare in maniera efficace un colloquio di lavoro nelle diverse lingue, come presentare se stessi e come interagire nel caso in cui il colloquio venisse svolto in gruppo.

alternanza lavoro Pertini Turi (3)

Durante la giornata conclusiva, il cui moderatore è stato il dottor Beppe Stallone, giornalista ed esperto in comunicazione, è intervenuta la prof.ssa Annalisa Vinella, che, in quanto docente presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Bari, ne ha presentato il percorso formativo e gli sbocchi professionali. Successivamente sono intervenuti alcuni ex alunni dell’ITES “Pertini” che si sono fatti portavoce della loro esperienza lavorativa e universitaria, favorita dall’ottima preparazione maturata durante il percorso scolastico. Tra gli studenti intervenuti ricordiamo: Benny Fanelli, laureato in Mediazione Linguistica e Interculturale presso l’Università degli Studi di Bari e specializzato in Inglese, Tedesco e Polacco presso l’Università degli Studi di Udine, attualmente impiegato con la mansione di Customer Care nella Business Unit Team Area presso la Natuzzi; Rosalba Vitti attualmente iscritta alla facoltà di Economia e Andra Totaro, iscritto alla Facoltà Royal Holloway di Londra dove frequenta il corso di Economia e Management.

L’esperienza dell’alternanza scuola lavoro proseguirà nel corso dell’anno scolastico con due progetti: il primo riguarda una convenzione stipulata con il Museo Pino Pascali di Polignano che vedrà i nostri studenti impegnati nella costruzione di un data base che servirà per l’archiviazione dei dati in formato digitale; il secondo, in collaborazione con il Dipartimento di Statistica della Facoltà degli Studi di Bari, riguarderà la costruzione di un data base che avrà come oggetto la raccolta di dati riguardanti i percorsi di studio seguiti dagli ex alunni dell’Istituto “Pertini” al fine di valutare le scelte effettuate dagli stessi e i risultati conseguiti con l’obiettivo di rimodulare l’offerta formativa della scuola rendendola ancor più rispondente sia alle esigenze degli studenti sia alla domanda del territorio.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI