Domenica 22 Ottobre 2017
   
Text Size

Fidas: il valore di un dono

Fidas Turi a Roma

 

Tra corso di formazione e teatro, la sezione turese festeggia le sue nozze d'argento


Si è concluso lo scorso 27 novembre il corso di formazione per responsabili associativi FIDAS che ha visto partecipare, nella capitale, tutti i responsabili, tra cui il presidente della sezione locale Michele Troiano.

Da venerdì 25, oltre 130 volontari giunti da tutta Italia hanno preso parte ad una tre giorni di full immersion sulle tematiche dell’associazionismo del dono. A guidare i presenti, il presidente nazionale Aldo Ozino Caligaris e il consigliere nazionale delegato alla formazione Mauro Benedetto.

"Ora tocca a voi tornare nelle associazione e rendere Azione quanto avete appreso in questi giorni" – ha ricordato al termine dell’ultima giornata di corso il presidente nazionale. "In questi anni abbiamo lavorato per offrire percorsi formativi continui e qualificanti, perché attraverso una piena conoscenza della realtà del volontariato e del Sistema sangue nazionale, si possano acquisire le competenze fondamentali per trasmettere il valore del dono e soprattutto per vivere con entusiasmo e passione la nostra missione".

"Torno a casa con un po’ di nostalgia ma tanto entusiasmo nel continuare l’attività di volontari del dono. Grazie a tutti coloro che hanno partecipato e a chi ha lavorato per renderlo speciale" – ha commentato il presidente della Fidas Turi, Michele Traiano.

Diversi gli esperti che in questa tre giorni hanno accompagnato i responsabili di sezione nel loro percorso di approfondimento: da Maria Paola Piccini, docente di Metodologia della ricerca all’Università Pontificia Salesiana, che ha presentato i primi risultati della ricerca “Giovani e volontariato del dono”, a Marsha de Salvatore, attrice talassemica, che ha raccontato la propria esperienza di vita e il proprio legame con i donatori di sangue ai quali deve continuamente la vita. E ancora il dirigente scolastico Carlo Maccanti che ha presentato gli aspetti normativi della donazione di sangue nelle scuole, fino ad Alessia Maria Tosti, di Federcongressi&Eventi, che ha accompagnato i volontari in un viaggio attraverso i social quali strumento di promozione degli eventi.

"La nostra attività – ha aggiunto Michele Troiano – prosegue senza sosta e invito tutti a donare il prossimo 18 dicembre". Una giornata particolare, quella indicata, perché la sezione turese festeggerà il suo venticinquesimo anniversario. Per l'occasione, e nelle serate del 17 e 18 dicembre, la Fidas, in collaborazione con “I discjadìsce”, presenta “Finché c'è sangue, stè spèranze!”, una commedia in due atti scritta e diretta da Pasquale Del Re, che sarà presentata presso il Pensionato Mamma Rosa.

Il divertimento è assicurato. Gli spunti di riflessione, non potranno mancare. Armatevi solo di fazzoletti e sorrisi perché, ne siamo sicuri, avrete la possibilità di godervi la serata con due ore di puro e sano divertimento. Non vi resta che prenotare la vostra partecipazione.

 

Fidas Turi evento

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI