Nasce il comitato spontaneo 'Salviamo gli alberi della stazione'

taglio alberi stazione turi


Abbattuti gli alberi lungo i binari turesi della Sud-Est. I cittadini chiedono spiegazioni


Riceviamo e pubblichiamo una segnalazione di una nostra lettrice, preoccupata per la sorte degli alberi che costeggiano il tratto di binari della stazione di Turi, abbattuti – pare – per implementare la linea ferroviaria elettrificata.

 

Gentile Redazione,

vi scrivo per porre alla vostra attenzione una questione che potrebbe sembrare di poco conto, ma che sta suscitando notevole interesse nella cittadinanza. In questi giorni, una compagnia ingaggiata dalle Ferrovie sud-est sta abbattendo decine di alberi appartenenti alla famiglia delle conifere (simili agli abeti), alti una decina di metri, che costeggiano i binari nei pressi della stazione di Turi. Non ho informazioni dettagliate sull'età degli stessi, ma ritengo si possano definire secolari. Inoltre essi costituiscono dimora per numerosi volatili di diverse specie.

Un dipendente della compagnia ha riferito alla sottoscritta che lo svellimento è necessario per procedere all'implementazione della linea ferroviaria elettrificata. Ma, da indagini condotte in queste ore, non ci risulta che sia stata inoltrata alcuna richiesta al corpo competente, il Corpo Forestale. Inoltre agli uffici comunali sembra non sia stata consegnata alcuna documentazione che attesti un sopralluogo del Corpo Forestale, o di altri enti preposti, atto a valutare con precisione e perizia l'effettiva potenziale interferenza degli alberi con la linea elettrica e a stabilire i dettagli dell'intervento, che ritengo possano essere meno devastanti di quelli finora adottati.

Sarebbe opportuno capire se un intervento "chirurgico", anche della stessa compagnia operante al momento, possa se non altro salvare le piante in attesa di "esecuzione". In queste ore è nato un comitato spontaneo "Salviamo gli alberi della stazione" che si sta adoperando perché si faccia chiarezza, prima che sia troppo tardi.

Lilli Susca