Domenica 17 Dicembre 2017
   
Text Size

O.P. FrutTuriAmo? I produttori fanno fronte comune

frutta


Nasce a Turi la prima Organizzazione di Produttori agricoli

 

Era lo scorso aprile quando i nostri microfoni incrociarono la volontà di alcuni imprenditori locali interessati a formare una O.P. (Organizzazione di produttori) turese, volta a valorizzare e promuovere i prodotti locali sul mercato nazionale e estero.

“Dopo anni che ci proviamo, sta per nascere nel nostro tranquillo paese una O.P., che altro non è che una organizzazione di produttori agricoli che amano il proprio territorio e i prodotti agricoli da loro coltivati con amore, coscienza e dedizione”. Erano queste le parole di Tonio Palmisano, uno degli ideatori dell’organizzazione. “Siamo imprenditori agricoli che produciamo ciliegie, albicocche, percoche, uva, melograno, ecc.” – spiegava, sottolineando le fasi iniziali del loro progetto che mira ad unire sotto un unico nome l’intero comparto agricolo turese.

Ed ecco che a giugno, come un treno in corsa, gli imprenditori locali hanno registrato il loro programma e dato vita ad O.P. FrutTuriAmo.

Tanti i nomi che hanno aderito al progetto e sottoscritto gli obiettivi che l’Organizzazione si prefigge. “Ci impegneremo – ribadisce Tonio Palmisano – per la valorizzazione di Turi e delle sue prelibatezze: ciliegie, percoche, albicocche, uva da tavola, melograno e tanto altro ancora, facendo conoscere tutto quello che il nostro paese può offrire al consumatore”.

Ad entrare in FrutTuriAmo e far parte del suo direttivo, sono, con la carica di Presidente, l’ing. Lozupone Donato (Dino); Palmisano Antonio (Tonio) in qualità di Vice Presidente; Cozzolongo Giandavide nella veste di Segretario e Lozupone Giuseppe in quella di Cassiere. Al ruolo di consiglieri sono invece chiamati Simone Ezio, Colaprico Franco (Presidente della cooperativa l’Ortofrotticola), Coppi Vito ( Presidente della cooperativa AgriTuri). Tra i soci figurano Palmisano Angelo Vito, Valentini Vito, Ventrella Anna Rita, Coppi Anna Paola.

Sono infatti ben undici i firmatari di questo progetto che, come si legge dai nomi, permette di unire produttori e imprenditori a due realtà cooperative già avviate nel nostro territorio: la cooperativa “L’ortofrutticola” e la nuova cooperativa “AgriTuri”, nella quale potranno confluire tutti coloro che saranno interessati a far parte dell’O.P.

“Ogni decisione – rimarca Tonio Pamisano – verrà presa in comune accordo tra le parti, sedendoci in una tavola rotonda e perseguendo le finalità che la nostra organizzazione si prefigge”. “Coltivare e produrre con un basso impatto ambientale; volgiamo creare prodotti con produzione integrata e con produzioni biologiche. Ci impegneremo – continua – per creare la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti con certificazioni di alta qualità, con un marchio di valorizzazione del territorio e – sottolinea – vorremmo un futuro per Turi, per le nostre e le vostre aziende e per i nostri e vostri figli, con l’augurio che restino nel nostro delizioso, privilegiato e soleggiato territorio che produce bontà e squisitezze”.

Chiaro, infine, il messaggio lanciato ai cittadini turesi dai soci dell’O.P. FrutTuriAmo: “Chiunque sia interessato, ci contatti, perché insieme possiamo crescere e dar forza ai nostri prodotti e alla nostra terra!”.

Commenti  

 
occhi aperti
#4 occhi aperti 2016-07-12 19:04
la o.p. non serve per produrre, ma per commercializzare. A quello ci penserà Natalino, c'è sua sorella fra gli amministratori.
Ma attenzione che il riciclaggio dall'edilizia si è spostato all'agricoltura, da un pò. E Turi continua ad essere terreno privilegiato di conquista.
Citazione
 
 
Penelope
#3 Penelope 2016-07-11 08:39
senza dubbio non sei dituri da una vita l'ingegnere produce uva, cilege ...
Citazione
 
 
Dubbioso
#2 Dubbioso 2016-07-09 23:51
Ma mi dite che centra un ingegnere nei panni di Presidente di un'organizzazione di produttori agricoli?
Citazione
 
 
Perplesso
#1 Perplesso 2016-07-06 15:33
Doveroso fare a tutti loro un augurio, che al di là dei brillanti proposti simili ad alcuni proclami ampollosi utilizzati dai polticanti, spero non diventi una OP di "carte"; chi del mestiere capisce cosa intendo.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI