Sabato 21 Ottobre 2017
   
Text Size

Inaugurato il Centro Polivalente per diversamente abili

inaugurazione centro polivalente (9)

 

Giusy Caldararo: un punto di riferimento per "permettere la piena integrazione di soggetti diversamente abili"


Così come preannunciata, nella serata di sabato 14 Maggio, l’Amministrazione comunale ha inaugurato l’apertura del Centro Sociale Polivalente per diversamente abili, secondo quanto stabilito sia nella programmazione dei Piani di Zona dell’Ambito territoriale di Gioia del Colle sia dall’art. 105 del Regolamento Regionale n. 4/2007.

Dopo il consueto taglio del nastro da parte del Sindaco Domenico Coppi, il Centro è stato inaugurato alla presenza di Don Ciccio Aversa, il quale ha ricordato a tutti i presenti quanto sia importante guardare con occhi positivi tutto quello che si costruisce nel nostro paese, altrimenti saremo abituati ed educati ad osservare e sottolineare solo le cose negative e il nostro territorio non potrà crescere.

A presiedere, poi, la conferenza, il Sindaco Domenico Coppi, l’Assessore alle Politiche Sociali Giusy Caldararo, il dott. Rana proprietario del Centro Meridionale Riabilitativo ed il dott. Cosmai amministratore unico dello stesso centro.

Ad aprire la serata l’intervento del dott. Rana che ringrazia l’Amministrazione comunale di Turi per il lavoro svolto, sottolineando che il centro che si va ad inaugurare è il primo dell’Ambito territoriale di Gioia del Colle. Il centro semiresidenziale sarà aperto tutti i giorni per almeno 6 ore giornaliere che potranno essere aumentate in base alle richieste dell’utenza, avrà un servizio mensa per chi ne ravviserà l’esigenza, ed accoglierà un utenza da 0 a 64 anni di età.

Successivamente prende la parola l’Assessore Giusy Caldararo che evidenzia quanto, tale obiettivo, abbia avuto un posto prioritario nella programmazione del suo operato fin dal primo momento. Il Centro Polivalente per disabili, afferma, deve essere un catalizzatore per il territorio, da dove tessere la rete di rapporti e di collaborazione con tutti gli enti preposti quali, scuole del territorio, medici di base, parrocchie ed associazioni. Tutti insieme verso un unico obiettivo: permettere la piena integrazione di soggetti diversamente abili nel contesto territoriale, ognuno con le proprie abilità e capacità. L’Assessore coglie anche l’occasione per ringraziare il personale dell’Ufficio Affari Istituzionali per averla supportata in questo lungo lavoro.

Continua il Sindaco Domenico Coppi, rimarcando il concetto di integrazione e di collaborazione all’interno del centro. Lo scopo ultimo è la piena inclusione sociale di soggetti diversamente abili, quindi la società turese dovrà guardare e collaborare con questa realtà presente sul territorio. Sottolinea, ancora, quanto questi momenti diano serenità e conforto all’azione politica, un esempio di come un’idea nata in epoca non recente, addirittura quando egli stesso ricopriva la carica di Assessore ai Servizi Sociali, possa trovare compimento, tempo dopo, grazie alla volontà e all’impegno di chi ci crede nel presente.

A concludere, l’intervento del dott. Cosmai, che illustra l’aspetto tecnico amministrativo per l’accesso al servizio destinato ad un massimo di 25 utenti con possibilità di ampliamento fino a 50.

L’accesso al servizio si avvierà attraverso l’ufficio dei Servizi Sociali del Comune di Turi, con apposita domanda e riferendosi ai redditi ISEE di ciascun richiedente, così come stabilito con delibera di Coordinamento Istituzionale dei Piani di Zona e adottata dalla Giunta Comunale.

Le attività che il Centro garantirà saranno indirizzate all’autonomia personale, alla socializzazione con particolare attenzione verso quelle espressive, psicomotorie, ludiche, culturali e di organizzazioni di vacanze invernali ed estive.

Il servizio sarà effettuato con pulmini e automezzi attrezzati, dal domicilio dell’utente alla struttura e viceversa e verso strutture pubbliche e sanitarie in base alle necessità.

Si spera e ci si augura che le attività del Centro possano trovare riscontro tra i cittadini turesi nell’ottica, sempre migliorabile, della crescita del nostro paese.

 

Commenti  

 
Penelope
#2 Penelope 2016-05-25 08:29
A parte quel signore col bastone, la volpe eil gatto prossimo assessore tutti gli altri sono i disabili di Turi, esgluso Don Ciccio che li BENEDICE i bambini che fanno cappuccetto rosso e pinocchio che taglia il nastro ROSSO ? :lol: che pupazzi :D
Citazione
 
 
B.Elefante
#1 B.Elefante 2016-05-24 17:34
IL COCCODRILLO HA FATTO SCUOLA AI NOSTRI POLITICI...
Non solo la pensione anche una lauta "buonauscita", uno stabile da milione di euro regalato ad uso di un privato centro sanitario tipo il giovanni paolo di Putignano, che privatamente e come gli pare assume personale(terapisti psicologo...)
Quando poteva farsi un parcheggio anche interrato a diversi piani sopra e sotto terra, ad uso NOSTRO.
Lo credo che il proprietario ringrazia il comune di Turi, a Bernalda il centro ha dovuto farselo lui a spese sue...!Penso che qualcuno, anche a Gioia e a Bari, andrà assai fresco con la corte dei conti e la procura, esattamente come è avvenuto per la cosiddetta "ricerca" sui valori venali dei suoli..
La ricerca sui valori dei suoli è stata finanziata per amore della scienza, il milione per il centro è stato speso per amore dei disabili....
Certo che è incredibile come senza alcun concorso senza alcun avviso, c'è già chi deve prendersi lo stabile!
E che faccia tosta nel credere di poter prendere in giro la gente.
Vergogna! Alla facci della conclamata onestà.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI