Giovedì 14 Dicembre 2017
   
Text Size

Inaugurata la nuova sede di Confartigianato

I soci di Confartigianato

Un clima mite e gioioso è quello che ha accolto l’inaugurazione della Confartigianato - organizzazione sindacale di categoria maggiormente rappresentativa della piccola e media impresa presente in tutti i comuni della provincia - con la sua nuova sede situata in via Tenente Notarnicola n.25 a Turi.

“Una sede più grande, confortevole e funzionale - ha dichiarato il presidente del centro comunale Paolo Lattarulo - che ci consentirà di soddisfare al meglio le esigenze delle imprese presenti sul territorio. Vogliamo essere un punto di riferimento per i nostri associati”.

“Se qualcuno ricorda - ha aggiunto don Ciccio Aversa prima della benedizione dei locali - Gesù ha passato la metà del suo ministero nel nascondimento nella bottega di un falegname e poco tempo a livello pubblico. Questo ha un significato, poiché il lavoro non è soltanto qualcosa d’importante perché funzionale, ma perché eleva l’uomo e gli dà dignità, ecco il motivo della benedizione, si benedicono le persone e non le cose, e si benedicono i buoni propositi che ciascuno di noi si porta dentro”.

La vicesindaco Lavinia Orlando, presente anche lei all’inaugurazione, ha considerato poi l’importanza della costituzione di quest’organizzazione, perché quando si pensa a un’associazione di categoria, così come associazioni sindacali, non si pensa solo ad una realtà che sia in grado di fornire ausilio (per il disbrigo di pratiche burocratiche ad esempio), ma si deve pensare soprattutto ad una realtà che possa fungere da unitarietà rispetto alle istanze singole. In questo paese, ma in generale in tutta Italia, quello che manca è l’unità; intesa non in senso di missioni politiche, ma intesa come il considerare tutti insieme esigenze e problematiche, cercare di raggrupparle, fare tutti un passo indietro per poi fare un passo in avanti, trovare un qualcosa di forte che poi possa essere portato all’attenzione di chi governa. Un conto è il singolo artigiano a riportare qualcosa, un conto è un’associazione di categoria che chiede un tavolo di concertazione con l’amministrazione. Amministrazione che in questo caso sarebbe ben contenta di accogliere e di capire quali sono le problematiche, al fine di trovare una soluzione.

“La Confartigianato non deve essere fatta solo da noi consiglieri e soci stretti, ma a me piacerebbe che facessimo parte tutti quanti - ha affermato uno dei consiglieri dell’associazione di categoria. Come ci viene spesso detto a Bari, ovvero che la Confartigianato è casa nostra, così deve essere questa nostra associazione di Turi, è qui che dobbiamo discutere i nostri problemi e andare avanti”.

Inoltre il Direttore della Confartigianato provinciale di Bari, Mario Laforgia, ha spiegato in sintesi gli obiettivi di questa sede che si è appena aperta: “Dobbiamo dare servizi e valore aggiunto alle imprese, far sì che l’imprenditore veda nella propria organizzazione non soltanto un luogo dove incontrare simpaticamente Paolo, ma il luogo dove poter trovare risposte alle proprie domande. E vogliamo soprattutto che all’interno di Confartigianato si possano risolvere i problemi di tutte le imprese, che siano artigiani o commercianti. Lavinia ha detto una cosa importante prima: siate forti perché se viene il singolo a parlare con noi non potrà avere ascolto, viceversa andando con la forza di un’organizzazione di categoria che ha alle spalle 200 imprenditori, sarete ascoltati”.

L’evento si è concluso tra gli applausi di tutti i presenti, che hanno potuto godere anche di un piccolo buffet gentilmente offerto dagli organizzatori.

Commenti  

 
artigiano
#1 artigiano 2016-02-23 21:20
La gente che lavora e produce non deve confondersi con gli allergici al lavoro. Auguri a noi
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI