Lunedì 23 Ottobre 2017
   
Text Size

Amministrazione condivisa: al via le proposte

DSC04936

Nel luglio scorso, il Consiglio comunale di Turi approvò il “Regolamento comunale sulla collaborazione tra cittadini ed amministrazione per la cura e la valorizzazione dei beni comuni urbani”. Nella mattinata di sabato 13 febbraio, presso la Biblioteca Comunale, è stato esposto l’avvio, vero e proprio, del laboratorio e del progetto di Amministrazione Condivisa.

DSC04939

Tante le associazioni presenti, numerosi anche i semplici cittadini interessati a conoscere, un po’ da vicino, il significato di un progetto che pone Turi tra i sette comuni pugliesi ad averlo adottato. “Sollecito le associazioni locali, i cittadini, gli imprenditori o chiunque ne fosse interessato a partecipare e dare suggerimenti per preservare e valorizzare il bene pubblico e comune” – ha aperto la mattinata Lavinia Orlando, vicesindaco di Turi.

Ma di cosa si tratta? È stato Pasquale Bonasora, di Labsus, Laboratorio di Sussidiarietà a spiegarlo. “Il Comune di Turi, adottando tale regolamento, rovescia la classica distinzione tra amministrazione e cittadinanza: i cittadini, piuttosto, diventano la principale risorsa di un comune”. Una vera e propria rivoluzione, come più volte è stata definita dal Bonasora, avviata per la prima volta in Italia a Bologna e che oggi sta riscuotendo molti risultati.

“Tutto nasce da un concetto: i beni comuni sono di tutti noi, pertanto i cittadini partecipano alla gestione dello stesso rappresentando quello che noi chiamiamo capitale sociale”. In tal senso, attraverso i patti di collaborazione si stringe un accordo tra le parti – amministrazione e cittadini – e si definisce, insieme, il lavoro da sviluppare.

Attraverso tale regolamento, quindi, si potrà operare sulla gestione e valorizzazione dei beni comuni urbani che, in molti casi, risultano abbandonati ed in totale disuso.

Sull’argomento è anche intervenuta la consigliera Serena Zaccheo, delegata all’Amministrazione Condivisa che ha aperto il suo intervento con un veloce chiarimento su cosa sia la “sharing economy”. “È un nuovo modello economico, capace di rispondere alle sfide della crisi e di promuovere forme di consumo più consapevoli basate sul riuso invece che sull’acquisto e sull’accesso piuttosto che sulla proprietà. Si traduce con “economia della condivisione”, un’espressione che richiama esperienze di lunga tradizione, soprattutto in Italia, dal mutualismo alle cooperative fino alle imprese sociali”. Figura necessaria in questo aspetto è il Mediatore civico (organo che funge da tramite tra l’Amministrazione ed i cittadini) per l’individuazione dei beni comunali disponibili per la valorizzazione. “Sarà Mediatore civico – ha quindi specificato Lavinia Orlando – il geometra e dipendente comunale Angelo Camposeo e un rappresentante della maggioranza e della minoranza”.

Un veloce dibattito per avere qualche chiarimento ha chiuso l’incontro con l’invito, da parte degli amministratori, a presentare proposte di collaborazione che, se accolte, sfoceranno nella stipula dei patti di collaborazione.

Commenti  

 
Kipa
#5 Kipa 2016-02-24 16:23
Questo succede perché,...... A turi non si è efficienti. Tipo....... Che la 'sicurezza', porta in macchina il pelato, per il caffè e fare giri on macchina. Tipo adesso. Prendete l'ora e vedete il servizio. Non è serietà. Dai....
Citazione
 
 
franco
#4 franco 2016-02-24 02:21
Qui c'è qualcuno che non conosce il significato di condivisione...detta legge e basta! altroché!
Repubblicaaaaaaaa!
Citazione
 
 
renziano
#3 renziano 2016-02-23 11:57
State diventando bravissimi. Si a cercare di spostare l'attenzione dai problemi reali
Quanti presenti, esclusi assessori, segretari e politici affini?guardate la foto della platea e pubblicatela.
Citazione
 
 
B. Canguro
#2 B. Canguro 2016-02-22 15:25
Bravi finalmente un passo importante per Turi. Ora tocca ai cittadini turesi vedere quanto valgono...anche se ho molti dubbi. i turesi sono bravi solo a polemizzare
Citazione
 
 
Lunaweb
#1 Lunaweb 2016-02-22 11:18
Non potevate trovare un dipendente più adatto per questo ruolo! Davvero complimentoni!
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI