Domenica 22 Ottobre 2017
   
Text Size

“Bisogna difendere le pensioni”

Segreteria provinciale Cisl

La Sala Giuseppina di via Maggiore Orlandi 11 ha accolto lo scorso venerdì 29 gennaio la Segreteria provinciale della Cisl di Bari, rappresentata da Domenico Liantonio, Segretario Generale Pensionati Cisl Bari, e Giuseppe Boccuzzi, Segretario Generale Ust Cisl Bari. L’assemblea, prevista per pensionati e pensionate aderenti al sindacato e per tutti i cittadini del territorio turese, ha voluto toccare diverse questioni: dalla tutela delle pensioni alla condizione dei pensionati, senza dimenticare le politiche fiscali e socio-sanitarie assistenziali che spesso costituiscono una problematica non poco irrilevante per quegli anziani che vivono con pensioni "da fame" di sette o ottocento euro.

Come ha più volte ripetuto il dott. Liantonio, obiettivo della Cisl sono i Comuni, in cui bisogna organizzarsi “per difendere le pensioni”. Sono i più deboli, quel 28% di pensionati, che rinuncia a curarsi perché la sanità privata è fuori portata. Bisogna difenderli dalle truffe, che accendono i riflettori proprio su queste fasce di popolazione, e combattere contro le “truffe istituzionalizzate”, vere e proprie “aggressioni fisiche che noi subiamo” quotidianamente. “Bisogna presidiare i territori, partire dagli anziani e dai più deboli”, questo è il dovere che la Cisl si impone. E per questo i pensionati hanno il “dovere di rafforzare il sindacato” per lasciarlo anche alle “generazioni future”: solo in questo modo si potrà reagire alla “crisi profonda” che ci attanaglia.

Il valore che la Cisl dà al territorio di provincia - e dunque ai singoli Comuni - è rimarcato anche dal dott. Boccuzzi, secondo il quale proprio in questi luoghi si devono “riprendere le radici che ne hanno motivato la presenza del sindacato”. “La Cisl non è solo servizi agli iscritti – afferma – è soprattutto necessità di confrontarci con la cittadinanza, incontrarsi periodicamente su determinati temi” per coglierne “la sensibilità del cittadino”. La Cisl deve assumersi l’onere dei problemi della gente, a partire dalle questioni legate alle istituzioni comunali fino alla politica ormai totalmente assente, un’entità che si interessa alla gente solo in campagna elettorale. Lotta alle politiche fiscali ingiuste, alla carenza di politiche sociali e assistenziali: “Noi possiamo aiutare la gente in diversi comparti. Noi vi assistiamo in tutto” – prosegue il Segretario. Dunque, l’invito a essere sempre più numerosi e a coinvolgere anche i giovani, affinché “possano respirare l’aria del sindacato”.

Durante tutto l’incontro si percepiva la volontà di un rinnovamento. Dalla sede alla segreteria locale. Molti gli anziani presenti, alcuni meno scettici di altri ma tutti ben attenti, perché le pensioni sono ciò che resta di vite intere sacrificate al lavoro.

Commenti  

 
prossimo pensionato
#1 prossimo pensionato 2016-02-10 18:19
La Politica ed i Sindacati dovrebbero porsi il problema della perequazione delle pensioni. E' inconcepibile che a parità di anni di lavoro svolti e di mansioni ci sono pensionati che hanno una pensione superiore a quella di altri pensionati che hanno avuto la sventura di andare in pensione alcuni anni dopo quando le leggi sul calcolo della pensione erano cambiate. I privilegiati parlano di diritti acquisiti. ALLORA IO GLI RISPONDO ED I NOSTRI DIRITTI DOVE SONO? e SOPRATUTTO I DIRITTI DEI GIOVANI DOVE STANNO? Ci vorrebbe un correttivo in modo da dividere equamente i sacrifici fra tutti. Non parliamo delle pensioni altissime derivanti da sistemi di calcolo che alla fine fanno scatutire una pensione alta e non rispondente ai contributi versati. E poi i vitalizi dei Politici e dei Sindacalisti con doppie pensioni? E' una Babele che esiste solo in Italia e che non si aggiusterà Mai perchè molte sono le lobby che hanno interesse a lasciare le cose così come sono. La dimostrazione è che tutti i Politici, Sindacalisti ed i mezzi d'informazione ne parlano spesso ma non si conclude mai nulla.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI