Venerdì 15 Dicembre 2017
   
Text Size

L'undici dicembre si voterà il nuovo Consiglio Direttivo

Pro Loco Turi

Non più voci, ma certezze.

È stata anticipata a dicembre – non più gennaio come era stato chiesto in un incontro svolto lo scorso 3 luglio dall'Assemblea dei soci – la votazione per formare il nuovo direttivo della Pro Loco di Turi.

È stato per volontà del suo commissario, Domenico Matarrese, che, come ricorderete, è subentrato dopo la rapida fine della presidenza di Antonio Tateo, la decisione di anticipare di un mese la seduta elettiva, che si svolgerà dalle ore 18.00 di venerdì 11 dicembre, presso la Sala Conferenze della Biblioteca Comunale. Nell'occasione, oltre al Consiglio Direttivo, sarà votato il Collegio dei Revisori dei Conti e il Collegio dei Provibiri.

Era infatti il 17 maggio quando giunse la conferma del commissariamento della Pro Loco di Turi. A prendere in mano le redini dell'Associazione Turistica di livello nazionale, fu il vice presidente dell'Unpli Puglia, Domenico Matarrese di Alberobello.

A lui, l'arduo compito di sanare il conflitto interno al direttivo, insediatosi a fine marzo 2015, e che vedeva, alla sua guida, il presidente Antonio Tateo e consiglieri Gino Ferrante e Stefano Dell'Aera.
Solo dopo 26 giorni di lavoro, l'allora neo direttivo si sciolse a causa di incomprensioni interne e la dimissione dei suoi consiglieri.

Il commissario Mattarrese, nel corso di questi mesi, ha avuto il compito (sei come descrive lo statuto delle Pro Loco) di ripristinare gli organi della Pro Loco. Per volontà degli stessi soci, riuniti in Assemblea, lo scorso tre luglio 2015, si deliberò di votare a gennaio o nel primo mese utile anticipato, pertanto la data è stata anticipata e lo stesso 11 dicembre conosceremo il nuovo direttivo della Pro Loco.

Parteciperanno alla votazione quei soci in regola con il pagamento della quota associativa dell'anno in corso e i soci tesserati nell'anno 2014. Una nuova pagina si sta per scrivere nel libro dell'associazione turistica nazionale Pro Loco di Turi, un'associazione, come si legge negli statuti, privata, senza finalità di lucro ed i suoi Soci operano con il concetto del volontariato, operando con un ordinamento interno ispirato a principi di democrazia ed indirizzato ad ottenere i migliori risultati possibili nell’ambito dell’attività di promozione ed utilità sociale.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI