Domenica 22 Ottobre 2017
   
Text Size

Dalla Chiesa a Facebook

don ciccio

Dopo secoli di indubbio successo tra il popolo, la Chiesa sta perdendo quei connotati di credibilità e fiducia che ha conservato per quasi tutta la storia del nostro Paese. Sono soprattutto i giovani che, giorno dopo giorno, si staccano da quella che è sempre stata l'istituzione, il tramite tra fedeli e Dio.
"Andate in tutto il mondo, e annunciate il messaggio del Vangelo all’umanità intera."(Mc. 16,15).
È stata questa la missione affidata da Cristo agli undici apostoli, quando è apparso loro dopo la risurrezione. Oggi sembrano parole scontate, fuori moda, soprattutto tra i giovani, perché è contro ogni tendenza che un ragazzo si interessi alla religione.
Molti sostengono la tesi che la Chiesa, con i suoi riti secolari e i messaggi ormai "vecchi" di amore, pace, fratellanza, povertà, castità sia lontana dalla società contemporanea, e quindi anche dalla sua espressione più evidente, i giovani, e dovrebbe attualizzarsi, rientrare nelle coordinate temporali.
Ma sono i messaggi della Chiesa quindi a doversi piegare alla società o magari dovrebbe accadere l’inverso?
Un avvicinamento da parte della Chiesa però sta avvenendo. E a camminare lungo il sentiero dell'accostamento dei giovani alla Parola di Dio è, da qualche settimana, da Don Ciccio Aversa. Come? Basta cercare la pagina Facebook della Parrocchia Maria SS. Ausiliatrice che si viene accompagnati lungo le pagine del Vangelo della settimana. È Don Ciccio che, togliendo la tunica che veste nella Casa del Signore, indossati gli abiti del parroco "di strada", legge e commenta, con la sua omelia, le Parole Sacre.
Ha scelto Facebook. Ha scelto un social network. Ha preferito bussare alle porte virtuali dei ragazzi turesi e non, per spronare e guidare lungo le vie del Signore. Video di pochi minuti che avvicinano i più giovani e i più restii ad entrare in Chiesa ad ascoltare le Parole Sacre, a comprendere come la vita quotidiana sia pregna di vicissitudini che i Testi Sacri tramandano da secoli, ad interpretare la Parola di Dio e chissà, trovare la motivazione ad entrare in Chiesa e sedere tra i suoi banchi per pregare.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI