Sabato 21 Ottobre 2017
   
Text Size

Mensa scolastica. Proteste e ritardi a Turi

fuoco-lento

La mensa scolastica di Turi parte in ritardo, condita con salatissimi aumenti e numerosi disagi.

Mercoledì 18 novembre riunione in Comune aperta alle famiglie.

 

Lunedì 16 novembre dovrebbe finalmente partire il servizio di refezione scolastica per i bambini e i ragazzi turesi frequentanti i tre plessi della scuola dell’infanzia e la classe tempo pieno della scuola primaria. Dovrebbe; doveroso condizionale.

Ma nei paesi limitrofi il servizio è già partito, pensate, a settembre (a Polignano il 28 settembre!). A Turi? I poveri bambini aspettano ancora il primo. Mentre secondo e dessert è stato già offerto dall’agguerritissima utenza, famiglie turesi stanche a causa dei numerosi altri disagi causati nell’ambito dei servizi sociali e della pubblica istruzione, oltre che per la totale inefficienza dell’attività amministrativa nel complesso. Il degrado in cui riversa la città è qualcosa di ormai tangibile e inoppugnabile.

Tornando al caso refezione scolastica, nonostante il disservizio, l’assessore con delega alla Pubblica Istruzione Giusy Caldararo sembra minimizzare il malcontento espresso dall’intera comunità turese. Disappunto che potrebbe manifestarsi con ulteriore vigore nel prossimo pomeriggio di mercoledì 18 novembre, data programmata per una riunione in sala consiliare aperta alle famiglie. In questa riunione, che comincerà alle ore 17, saranno presenti anche gli assessori Caldararo e il titolare al Bilancio Giuseppe Tardi. Entrambi dovranno giustificare gli enormi disagi sul servizio mensa; l’ultima trovata è quella del lunch box, un vassoio dentro il quale sarà servito il pasto, un contenitore discutibile sotto il profilo dell’igiene.

Tuttavia il boccone amaro (tanto per restare in tema) dovranno inghiottirlo e digerirlo i poveri genitori: sarà loro servito uno sgradito e salatissimo aumento del costo. Buon appetito!  

Commenti  

 
mammaincazzatanera
#5 mammaincazzatanera 2015-11-17 00:25
nel vederlo il lunch box mi fa veramente schifo. Oltre a questioni di igiene per come hanno previsto di farlo lavare alle famiglie (non è personale). I residui di cibo dei bimbi rimangono ad infettarlo per tre ore dopo la mensa fino a quando escono. Non entra nemmeno nello zaino dei piccoli - bisognerà portare la busta di plastica.
Ma andate a ................ e poi a casa
Citazione
 
 
mammaincazzata
#4 mammaincazzata 2015-11-16 18:15
facciamoci sentire il 18 abbiamo l'occasione per andare lì e risolvere
Citazione
 
 
mamma
#3 mamma 2015-11-16 14:04
La cosa assurda è che l'assessore è una maestra che dovrebbe conoscere per la sua professione le problematiche evidenziate inquesti e altri post. L'unico ssentimento che mi sento di esprimere è la pena assessori le.
Citazione
 
 
Genitore
#2 Genitore 2015-11-15 14:23
Ma i cari assessori riguardo gli aumenti sono molto Sordi ......Genitori il 18 fate conoscere il vostro parere ....
Citazione
 
 
pablos
#1 pablos 2015-11-15 12:54
non solo il rincaro esorbitante del prezzi l ultima trovata del lunch box e' veramente ridicola.voglio vedere dopo 4 ore come si e' ridotto il cibo avanzato ed inoltre se si aprisse nella cartella del bambino come la mettiamo.dicessero che vogliono risparmiare.xk l uso del lunch box in alcuni comuni e' per abbassare i costi delle famiglie.vi rendete conto 110 euro piu' la quota del comune da pagare per un bambino di 3 anni. e quanto mangia questo bambino con quei soldi, w l obesita'.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI