Sabato 21 Ottobre 2017
   
Text Size

Una giornata per ricordare

4 novembre 2015

Il 4 novembre 1918 segna l’armistizio, siglato a Villa Giusti, tra l'Italia e l’Impero austro-ungarico.
Nonostante il tentativo, in epoca fascista, di identificare la data con il cosiddetto Anniversario della Vittoria, trasformando il ricordo della tragedia in una celebrazione della potenza militare, nel giorno 4 novembre si commemorano le vittime di guerra e si celebra il completamento dell'Unità Nazionale e l'autorevolezza delle Forze Armate.
Anche quest'anno l'Amministrazione Comunale, in collaborazione con il Comitato Cittadino sulla Prima Guerra Mondiale, organizza un momento di riflessione e celebrazione, in occasione della Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate.
La celebrazioni si terranno in mattinata, a partire dalle ore 9,30 e coinvolgeranno gli alunni dell'I.C. "Resta - De Donato Giannini" e dell'I.T.E.S. "Sandro Pertini", che raggiungeranno le autorità locali civili, militari e religiose, per dar corpo a un corteo che, dalla Piazza del Municipio, raggiungerà Piazza Moro, sede del monumento ai caduti della Grande Guerra.
La deposizione della tradizionale corona, prevista per le 10,15, sarà impreziosita dalla lettura delle biografie dei nostri concittadini caduti nel 1915 e delle struggenti “missive dal fronte”, declamate degli alunni delle istituzioni scolastiche turesi.
Dopo i consueti ringraziamenti da parte del Primo Cittadino, il corteo si sposterà in Piazza Silvio Orlandi, per un importante momento di condivisione, in cui verrà scoperta una targa che affiancherà quella storica affissa in “onore” ai caduti di Adua, installata in epoca fascista sulla parete esterna del Municipio. La nuova targa vuole offrire spunti di riflessione, contrapponendo al messaggio bellicista e vendicativo che inneggia al sacrificio per la patria, quanto sancito dalla Costituzione Italiana al primo comma dell'art.11, ossia che l'Italia ripudia la guerra, ma consente un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni. Non è casuale il fatto che lo svelamento della nuova targa sia stato previsto nel giorno in cui si commemorano tutte le vittime di guerra, poiché è forte il desiderio di ambire a una società in cui pace e cooperazione siano parole chiave, per evitare che altre vite umane si spezzino invano.
La manifestazione sarà accompagnata dalle note della Banda Musicale Cittadina “Don Giovanni Cirpiani”, che sottolineerà i momenti più salienti dell'evento, cui è invitata tutta la cittadinanza turese.


"Impegno Comune per Turi"

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI