Lunedì 23 Ottobre 2017
   
Text Size

Eventi: occasioni che potremmo perdere?

11265089_883170728427329_8008474547714965422_o

Ha riaperto il suo sipario già da qualche settimana, accogliendo i suoi allievi ai corsi di danza e di musica. Parliamo dell'Accademia "Chi è di scena!?", che anche quest'anno è pronta a ripartire con il suo calendario di attività e la professionalità dei suoi insegnanti.
Una grande novità attende i più esigenti: "da quest'anno – ci informa il presidente Fedinando Redavid – l'insegnante Antonella Di Noia, unica referente pugliese, insegnerà il Master Stretch, un attrezzo ginnico basato su un movimento basculante della caviglia che aumenta la forza, la flessibilità ed il bilanciamento del corpo". Il MasterStrech impegna sia la struttura muscolare sia quella articolare, tendinea, ligamentosa e nervosa, migliorando di conseguenza la coordinazione e portando l'utente, sportivi e non, al raggiungimento di una maggiore stabilizzazione posturale ed ad un miglior equilibrio.
Passione, perseveranza, volontà, nuovi progetti a muovere le bacchette del direttore d'orchestra, il Maestro Ferdinando Redavid, che abbiamo incontrato nella sua scuola, dopo averlo lasciato, questa estate, col Festival del Belcanto.
Determinazione, è quello che si legge nel suo sguardo e nei suoi gesti. Una determinazione a portare sempre più in alto il nome delle Arti nel panorama locale e provinciale, nonostante le difficoltà che il settore culturale sta attraversando. "Il 6 - 7 e 8 novembre realizzeremo una Master Class in Perfezionamento di Canto Lirico e Interpretazione, tenuto dal Mezzosporano Bruna Baglioni, insegnante dell'ormai noto Dario Di Vietri, ospite, lo scorso agosto, del Festival Del Belcanto a Turi".
Tante idee, progetti per animare la nostra cittadina, per attirare gli interessi non solo di questt'èlite appassionata alla musica lirica, ma occasioni di coinvolgimento per ogni fascia d'età ed ogni gusto, che si concentreranno il 20 dicembre, in prossimità del Santo Natale. "In quella data – ha continuato il Maestro – la Junior Orchestra realizzerà un concerto. Vi suoneranno non solo i nostri allievi, ma anche i musicisti dell'Associazione del Nuovo Piccolo Conservatorio di Rutigliano di Dominga Damato; formeranno il coro i ragazzi della prima classe della Scuola Secondaria di Primo Grado di Turi, del professor Ino Resta e i ragazzi della Stefano da Putignano". Una grande serata che, come lo stesso Ferdinando Redavid ci spiega – "vuole essere solo un anticipo del grande progetto di formare un'orchestra intercomunale di soli ragazzi". Un progetto ambizioso, che porterebbe ancora una volta, Turi al centro di un meccanismo musicale e culturale che sottolinea la grande tradizione artistica che scorre nelle vene degli stessi turesi.
Pochi giorni di respiro e una nuova occasione di prestigio coinvolgerà l'Accademia turese, che è stata chiamata, il 24 gennaio 2016, a salire sul palco del Teatro Mercadante di Altamura per protare in scena l'Essenza dell'Opera.
Tanti progetti in cantiere, tante occasioni per raccontare Turi anche fuori dalle "mura" cittadine; come anche di portare a Turi tanti nuovi appassionati o semplici curiosi del settore per far conoscere anche il nostro territorio e le sue tipicità. A tal proposito, ci anticipa Ferdinando Redavid, vorrei realizzare, per l'estate prossima, una grande "Festa d'Estate". "Una due giorni nella quale creare occasioni di intrattenimento musicale, culinario, artistico ed artigianale per i cittadini turesi e non solo, usufruendo di uno spazio pubblico ampio e in grado di accogliere artisti e commercianti turesi". Una festa di paese, per tutti i gusti e per tutta la famiglia "che spero di poter realizzare, magari con la collaborazione di chi ha a cuore il nostro paese".
Aspettando così il prossimo Festival del BelCanto? "Forse!" - aggiunge con un velo di rammarico Ferdinando Redavid. "Quest'anno abbiamo avuto molte difficoltà e realizzare un evento di tale portata nel nostro comune, che ricordo ha portato a Turi personalità artistiche e culturali di grande elevatura. Una due giorni che ha necessitato, da parte nostra, di un lavoro e di costi non indifferenti, e che ha incontrato numerosi ostacoli che mai avevamo vissuto. Il mio progetto è di far crescere questa realtà musicale, perchè non abbiamo nulla da invidiare ad altri Festival oggi riconosciuti a livello nazionale, ma effettivamente le difficoltà incontrate questa estate mi portano a non dare una certezza per l'edizione 2016".

Commenti  

 
B. Elefante
#3 B. Elefante 2015-11-07 23:39
Non c'è niente da copiare e da ritenere copiato, sarebbe come dire che i cantanti si copiano fra loro!
Ogni associazione ha diritto di proporre e realizzare iniziative, specie se confacenti e connesse alla propria natura.
Poi, a turi certo balordi che non si capisce nemmeno che nesso hanno con il nome che portano e a cui si elargiscono denari della collettività per organizzare attività pubbliche estranee alle loro finalità,e delle quali non capiscono un tubo; e per soli meriti di lecchinaggio politico ad esponenti più balordi di loro.
A fronte di tali nefandezze sociali ciò che questa accademia di professionisti propone è più che apprezzabile e meritevole; anche perchè partono da presupposti concreti e realistici e e prospettano finalità ben precise, senza sciacquarsi la bocca con prospettive di fantaturismo che certi politicanti e loro allievi usano in ogni occasione come quelle salse dai forti aromi e sapori con cui cercare di coprire l'acido e il torbido dei cibi che si vuol propinare.
Citazione
 
 
copiaincolla
#2 copiaincolla 2015-11-06 11:42
E si "ètuttocopiapcopia" bisogna capire chi ha copiato prima ;-) :-*
Citazione
 
 
#ètuttouncopiacopia
#1 #ètuttouncopiacopia 2015-10-27 18:49
e dopo la Junior Band (intercomunale anche questa) arriva la Junior Orchestra...il tutto a Turi, ombelico del mondo :-)
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI