Martedì 12 Dicembre 2017
   
Text Size

Lavori fermi nel centro storico. La Soprintendenza cambia il progetto in corso d'opera

IMG-20151001-WA0003

I lavori sulla pavimentazione del centro storico, fermi già da un po’,  hanno sollevato nelle ultime settimane perplessità e malumori. Alcuni residenti hanno lamentato sia il totale stato di abbandono di alcune vie, che durante le ultime piogge si sono completamente allagate, sia alcuni danni causati dalla ditta durate i lavori di ripavimentazione ad alcune abitazioni.
La causa del fermo dei lavori. Le ragioni pare non fossero molto chiare, soprattutto alle forze di opposizione, giunte a due conclusioni:  o che il Comune avesse finito i soldi dell’appalto oppure che ci fosse lo zampino della Soprintendenza. La soluzione all’apparente dilemma, come ci spiega l’assessore ai lavori Pubblici, Piero Camposeo, pare vada ricercata in una perizia di variante.
La Soprintendenza ha voluto dare nuove indicazioni rispetto <<al progetto originario - come ci spiega l'assessore - approvato dallo stesso Ente a suo tempo, che ha chiesto di svolgere alcuni lavori secondo modalità diverse, puntando fondamentalmente a un recupero maggiore dei materiali rispetto a quanto stabilito in precedenza. Questa nuova impostazione ha dunque cambiato le carte in tavola, modificato le condizioni e portato alla sospensione momentanea dell’esecuzione materiale>>.
Il nuovo progetto esecutivo. La perizia di variante ha comportato naturalmente il trascorrere di un tempo necessario all’elaborazione di un nuovo progetto  esecutivo.  <<Il progetto esecutivo – ci assicura Camposeo - è arrivato al Comune di Turi, che lo ha valutato. Nell’arco di qualche giorno verrà approvato dall’ufficio tecnico e i lavori potrebbero riprendere a breve>>. L'assessore Camposeo ha condiviso il nuovo progetto “perché orientato a un recupero superiore al progetto originario”. «Avremo una maggiore superficie di pavimentazione originaria recuperata, – ci spiega - e una maggiore quantità di basole preesistenti ricollocate sia in termini di qualità e caratteristiche, sia in termini di impatto visivo».
Danni per i residenti e le lamentele all'assessore Camposeo. Riguardo le lamentele dei cittadini, Camposeo si dimostra comprensivo. <<Per la tipologia di un lavoro che prevede la rimozione di una pavimentazione – spiega - può capitare che qualche cittadino possa subire dei danni>>. Per questo, il suo appello ai turesi che hanno riscontrato problematiche di questo genere alle proprie abitazioni è quello di rivolgersi all’ufficio tecnico di competenza, quello dei lavori pubblici, e chiedere un sopralluogo, affinché si verifichi l’entità del danno.

Commenti  

 
Mino Miale
#1 Mino Miale 2015-10-14 15:04
Si continua a mordere la... propria coda... da codardi: chi non sapeva che su quel suolo COMUNALE che porta al povero Macello e al Campo sportivo comunale fu sotterrata la lama... POZZO DI SAN PATRIZIO... utilizzandolo come deposito provvisorio delle chianche sopravvissute allo sventramento del Centro storico ? Molti, tantissimi amministratori dell'EPOCA... come dire... hanno voce ancora da sprecare per le nostre orecchie ancora sensibili :P
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI