Lunedì 23 Ottobre 2017
   
Text Size

Settecento scatti per raccontare Turi

Il gruppo vincitore del concorso. Il Gruppo A.M.G.

"Il "Gruppo A.M.G, la bella gioventù Turese" ringrazia tutti gli amici che in una sola giornata hanno cliccato "mi piace" sulla nostra foto scattata la notte di Sant'Oronzo alla famosa e celebre "Scala di Turi". Un grazie di cuore a tutti..." - scrivono i vincitori del Concorso fotografico ideato da Raffaele Valentini. "Siamo molto contenti di aver ricevuto il maggior numero di "mi piace" e ringraziamo tutti gli amici che ci hanno votato, ma i veri vincitori sono tutti coloro che hanno partecipato, divertendosi durante queste giornate! Ci associamo agli amici del gruppo "5&9 MTB" nel ringraziare in particolar modo i volti storici di Turi, i quali se avessero avuto dimestichezza con i social network, ci avrebbero sicuramente "stracciato". Facciamo i nostri complimenti al simpaticissimo gruppo di bikers che ha tenuto testa fino all'ultimo "like"! Vorremmo concludere ringraziando ancora il grande Raffaele e auspicando che questa sia solamente la prima edizione di un lungo susseguirsi di foto presso la ormai famosa ed internazionale "La Scala di Turi"- concludono brindando alla vittoria.
"È l'Amore per Turi" – come lo stesso Valentini puntualizza, ad averlo spinto a creare un concorso fotografico con al centro una scala del nostro centro storico. Una scala che tra pochi giorni sarà indicata da una targa e alla quale in tanti, dallo scorso 1 luglio e sino al 27 agosto è stata meta di tanti "scalaTuri". "Non mi aspettavo un così largo consenso; più di 700 scatti"- ci conferma l'ideatore del concorso che promette una nuova iniziativa che partirà a breve. E sono i numeri, oltre che le immagini, a raccontare della straordinaria partecipazione di turesi e turesi migrati che hanno voluto lasciare traccia, o meglio, la propria fotografia,  confermare un'identità, un'appartenenza a una società che seppure si divide e si sgretola, comunque porta nel cuore il suo orgoglio cittadino.
“Grazie a tutti i Turesi e non che hanno partecipato" – ha aggiunto Raffaele Valentini ricordando che il suo è stato solo un ruolo da "promotore, perchè senza tutti i partecipanti, la mia modestissima idea non valeva niente".
Attendiamo così la sua prossima idea e ... facciamo in modo che Turi non sia solo pettegolezzo, critica e scontro. Ma facciamo in modo che anche un semplice momento sia motivo di unione e di collaborazione.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI