Lunedì 18 Dicembre 2017
   
Text Size

Prove riuscite: si aspetta il 26 agosto

Foto di Francesco Colaprico7

Chi vive lontano da Turi non può comprendere, sino in fondo, lo spirito del turese. Quando giunge il 15 di agosto, il tamburo inizia a battere il suo ritmo; il suono dolce dei fiati accompagna la via e il cuore, del turese, si rallegra e si scalda emozionandosi all'arrivo del suo Santo protettore.
I preparativi per la grande festa son già iniziati, ma a dare il via a questo calendario di eventi religiosi, folkloristici e tradizionali, sono le prove che l'Associazione preposta al tiro del carro, le "Mule del Carro di Sant’Oronzo" eseguono alla vigilia dell'apertura della grande festa.
Un appuntamento fisso per ogni turese; una partecipazione a cui non si pò mancare, che racconta di anno in anno, come una pagina che si ripete nel tempo senza mai sbiadire, di un sentimento che resta immutato anche se vivi lontano dal tuo paese natio.
Tantissimi, perciò, hanno preso parte alle prove che l'Associazione Mule del Carro di Sant’Oronzo hanno realizzato nel pomeriggio del Ferragosto accompagnando le sei mule da Largo Pozzi al Cimitero dove risiede il Carro trionfale.
Numerosi gli occhi puntati sulle mule che, nonostante qualche piccolo e naturale contrattempo, si sono fatte legare al Carro che poi hanno accompagnato fino a Piazza Silvio Orlandi dove poi sosterà fino all'inizio dei grandi festeggiamenti.


(Foto Francesco Colaprico)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI