Lunedì 23 Ottobre 2017
   
Text Size

L'RSSA Villa Eden si amplia

DSC01690

Un lavoro che nacque circa 13 anni fa e oggi conosce una nuova e più ampia veste. È così che nel pomeriggio di martedì 28 luglio, Villa Eden ha inaugurato la sua nuova struttura, adiacente alla precedente e, come la prima, rivolta esclusivamente ai bisogni di ammalati e familiari.
Alla presenza delle autorità istituzionali locali e regionali, la dottoressa Leone ha tagliato il nastro inaugurale, dando il benvenuto all’ampliamento dell’RSSA Villa Eden, in via Altiero Spinelli, 49 cofinanziato dalla Regione Puglia –Assessorato al Welfare.
A benedire la struttura, Don Ciccio Aversa e Padre Giovanni Lauria, che hanno sottolineato la necessità dell'impegno, da parte di tutti, a sostenere e salvaguardare la vita di ciascuno, offrendogli la possibilità di una esistenza dignitosa e serena.
La nuova struttura rappresenta il completamento del Polo socio-assistenziale-riabilitativo VILLA EDEN in affiancamento all’Hospice- Centro Cure Palliative e alla Residenza Socio Sanitaria Assistenziale per anziani già convenzionati con ASL BA. La struttura divisa su quattro livelli, prevede 54 posti letto suddivisi in 20 posti letto per Residenza Socio Sanitaria Assistenziale per anziani e 34 posti letto di Residenza Socio Sanitaria Assistenziale per disabili, in stanze con bagno , aria climatizzata tv e wifi. Annessi servizi sono la palestra attrezzata, i bagni assistiti, i laboratori di terapia occupazionale, la sala lettura, il laboratorio musicale e la sala computer con area wifi. Servizio di eccellenza del centro è la vasca riabilitativa per idrochinesiterapia, con distinte zone di diversa altezza e diverse temperature, corsia per il nuoto controcorrente e tutte le attrezzature necessarie per l’ingresso in acqua di persone con difficoltà motorie e per la riabilitazione di ogni tipo di problematica. L’idrochinesiterapia sfrutta l’ambiente acquoso che, sostenendo gran parte del peso corporeo favorisce in maniera determinante l’esecuzione di movimenti con un corretto lavoro muscolare anche in condizioni di ridotto trofismo e di difficoltà di carico. Altrettanto importante è l’effetto vasodilatatore/miorilassante del calore che si ottiene utilizzando acqua riscaldata ad una temperatura di 33°.
Nel corso dell’evento  si è tenuto un incontro sul tema “La filiera dei servizi sociosanitari per la non autosufficienza” a cui sono intervenuti la Dott.ssa Annamaria Candela Dirigente Serv. Prog.me Sociale e Integrazione Sociosanitaria Regione Puglia; la Dott.ssa Miria Vigneti Dirigente di area Politiche per la promozione alla salute, delle persone e delle pari opportunità; il Dott. Salvatore Negro Assessore Regionale al welfare; il Dott. Ignazio Zullo Consigliere Regionale capogruppo di “Oltre Fitto”; il Dott. Domenico Coppi Sindaco del Comune di Turi; il Prof. Francesco Tricase Sindaco del Comune di Castellana Grotte; l’Arch. Elena Biagia Mucerino Progettista e Direttore dei lavori Eden New; la Socia Le.Bi.Pa.Mi. Avv. Rosa Leone; il sig. Stefano Leone Amministratore Le. Bi.Pa.Mi. srl; Moderatore il Dott. Giovanni Birardi. Si ringraziano l’Assessore ai SS.SS. del Comune di Turi Dott.ssa Giusy Caldararo; la capo settore Servizi Sociali Comune di Turi Dott.ssa Graziana Tampona; il Comandante Polizia Municipale del Comune di Turi Dott. Raffaele Campanella; L’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Rutigliano Dott.ssa Anna Ancona; Dott. Ubaldo Pagano; i tecnici e le imprese che hanno contribuito alla realizzazione della struttura e quanti sono intervenuti all’evento.
Eden New rappresenta un luogo in grado di accogliere e rispondere ai bisogni socio sanitari più disparati, prendendosi cura delle persone anziane e giovani con disabilità, che versano in condizioni di necessità, attraverso attività di tipo socio-sanitario, riabilitativo e di terapia occupazionale.
Struttura che continua, con la sua professionalità, a conquistare l'attenzione e il consenso di sempre  più famiglie, soddisfatte del lavoro che si compie al suo interno e la familiarità con la quale ogni degente, dal più giovane al più anziano, vivono il periodo di ricovero. In tanti hanno così applaudito all'ampliamento della struttura, brindando al banchetto finale con un augurio di un futuro sempre attento ai bisogni della comunità che vi abita.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI