Lunedì 18 Dicembre 2017
   
Text Size

Turi ha un nuovo sacerdote

Foto di Vito Castiglione Minischetti 6

Una giornata storica ha segnato la nostra cittadina. Martedì 23 giugno, Turi ha applaudito il suo nuovo sacerdote: don Gianni Grazioso. Era l'intera comunità turese quella che nel pomeriggio di martedì ha stretto, nel suo caldo abbraccio, don Gianni, ordinato sacerdote presso la Chiesa Madre di Turi dal Vescovo, Mons. Domenico Padovano.
Dopo sessantasei anni, dopo Don Giovanni Cipriani, alla vigilia di San Giovanni Battista, come lo stesso Vescovo ha ricordato nella sua omelia, Turi festeggia Don Gianni, che sostenuto dalla sua famiglia, dalla Parrocchia nella quale è crescito, dagli amici più autentici, dal gruppo scuot di Turi che lo ha accompagnato in questo suo percorso di maturazione, e dalla comunità intera, ha detto il suo Sì alla Chiesa, al Signore, a Dio.
L'intera Diocesi di Conversano- Monopoli ha fatto da testimone a questa importante scelta di vita del nostro concittadino, chiamato da oggi a guidare i suoi fedeli e portare viva testimonianza della Parola di Dio. Le tre parrocchie di Turi hanno cantato l'ordinazione dell'amico Gianni e in prima fila, non poteva mancare anche la rappresentanza istituzionale turese, proprio a sottolineare il grande momento storico della comunità.
Attualmente presso la Parrocchia di Sant'Antonio di Monopoli, dove Don Gianni si è preparato all'ordinazione sacerdotale sotto la guida di don Vito Castiglione, sarà da settembre, probabilmente, il nuovo Vice Parroco di Pezze di Greco e lì inizierà il suo cammino di guida e di pastore, che da ieri ha scelto di indossare.
“Turi è in gioia” – è la frase che ha aperto la messa. “Ci stringiamo attorno a Gianni e lo sosteniamo” – ha incoraggiato più volte il Vescovo, Mons. Domenico Padovano. Una celebrazione che ha emozionato tutti i presenti e che, attraverso le parole di tutti, ha commosso la comunità dei fedeli, attenti a seguire ogni momento dell’ordinazione di Gianni.
Toccanti poi, le varie fasi dell’ordinazione, che hanno trovato il culmine nella prostrazione e quindi nella vestizione con gli abiti sacerdotali di Gianni Grazioso.
Sorrisi colmi di gioia e abbracci di pace fraterni hanno così accolto il nuovo Sacerdote Gianni, che, a fianco del Vescovo, ha proseguito la celebrazione e ha regalato a tutta la comunità turese una profonda commozione. A lui i nostri più sentiti auguri, con la speranza, un giorno, di vederlo guidare una nostra parrocchia.
Ringrazio Pietro Carenza e Don Vito Castiglione per avermi concesso alcune loro foto della serata.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI