Giovedì 14 Dicembre 2017
   
Text Size

"Alimentare i diritti": in piazza con Inac e Cia

IMG_20150516_192403

"Alimentare la conoscenza dei diritti". È questo lo slogan che ha portato sabato 16 maggio, in piazza Aldo Moro, l'Inac, con la Cia di Turi. L'obiettivo di tale giornata, che ha visto confluire in oltre 120 piazze d'Italia l'Istituto nazionale assistenza cittadini è dialogare con loro sui temi di maggiore interesse sociale e previdenziale. In collaborazione con la Cia, infatti, sono stati distribuiti materiali e fornite informazione su adempimenti e benefici fiscali, mentre l'associazione nazionale pensionati, ha presentato la propria petizione "Cambiare verso alle pensioni basse è un tema ineludibile" raccogliendo le firme a sostegno della stessa.
Diversi gli argomenti trattati in serata e discussi con il pubblico presente in piazza: dalle pensioni di vecchiaia, a quelle anticipate o di inabilità, dagli assegni di invalidità e assegni sociali alle prestazioni per invalidità civile, fino alle opportunità offerte ai giovani tramite i progetti di servizio civile. Particolare interesse è stato offerto dalla questione sui nuovi ammortizzatori sociali per i disoccupati, come la Naspi, poichè il tema della mancanza di lavoro, purtroppo, è drammaticamente attuale per il nostro Paese. Se si pensa che solo nel 2014 lo stato, attraverso l'Inps, ha erogato circa 2 milioni di indennità di disoccupazione. Del resto, le persone che hanno perso il lavoro, per effetto della persistente crisi occupazionale, si trovano ad affrontare diversi problemi, primo tra tutti la mancanza di reddito.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI