Martedì 17 Ottobre 2017
   
Text Size

Il capitano Domenico Valentini tedoforo a “L’Esercito Marciava”

10690140_313490742185859_6074137382667297919_n

“L’esercito marciava per raggiunger la frontiera…” recita la prima strofa della Canzone del Piave, e fa riferimento al concentramento silenzioso di truppe italiane lungo il Piave, nella notte tra il 23 e 24 maggio 1915, quando l'Italia dichiarò guerra all'Impero asburgico e sferrò il primo attacco contro l'Imperial regio Esercito austro-ungarico.
Quest’anno ricorre il centenario dell’ingresso in Guerra dell’Italia e “L’Esercito marciava” è il nome evocativo del progetto realizzato dall’Esercito Italiano per riscoprire il sacrificio di un popolo, di un’intera nazione.
Tanti gli “Eventi Socio-Promozionali” in programma. Molto caratteristica sarà la “staffetta” che avrà lo scopo di rappresentare il movimento di avvicinamento a Trieste. 4.200 chilometri con 5 punti di partenza (Trapani, Cagliari, Lecce, Padova e Aosta) percorrendo lo Stivale da Sud a Nord e da Ovest a Est. Centro della manifestazione sarà Trieste: luogo della costituzione, nella guerra di trincea, dell’identità italiana. 611 soldati correranno ininterrottamente lungo tutto l’arco delle 24 ore, alternandosi e portando, alla stregua di tedofori, una bandiera Italiana simbolo di unità nazionale.
10553334_350457545155845_9025343243338180901_nTra questi ci sarà anche il nostro concittadino Capitano Domenico Valentini, in servizio presso il 9° Reggimento Fanteria “Bari”, che correrà la frazione da Bisceglie (Piazza Vittorio Emanuele) a Trani (Piazza Marinai d’Italia) il prossimo 18 maggio. Lungo l’itinerario ci saranno le bande, le scolaresche con bandierine, le associazioni combattentistiche e le società di running che saluteranno e accompagneranno il tedoforo al passaggio.
La staffetta che partirà da Lecce il 17 maggio, passerà da Bari nella mattinata del 18 maggio, per poi arrivare in Piazza Unità d’Italia a Trieste il 24 maggio, accolta dal concerto delle bande e fanfare dell’Esercito.
Nei maggiori centri urbani attraversati dalla staffetta verranno condotti degli eventi promozionali con il coinvolgimento delle realtà locali. Presso gli stand promozionali verranno consegnati agli eredi gli stati di servizio degli italiani che hanno partecipato alla 1a Guerra Mondiale.
Saranno, inoltre, premiati i vincitori del concorso fotografico “La via della Grande Guerra”, bandito dallo Stato Maggiore dell’Esercito.
Il concorso, che è stato promosso anche tramite il sito internet dell’Esercito Italiano e i Social Network istituzionali (http://www.esercito.difesa.it/storia/Pagine/Concorso-fotografico-La-via-della-GrandeGuerra.aspx),  è rivolto agli studenti delle scuole primarie e secondarie di I e II grado e si è posto l’obiettivo di coinvolgere i giovani nel ricordo attualizzato della Grande Guerra. Il concorso, a livello nazionale, ha avuto come oggetto le strade cittadine intitolate ad eventi e luoghi del primo conflitto mondiale.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI