Lunedì 23 Ottobre 2017
   
Text Size

Sagra della Ciliegia Ferrovia: si scaldano i motori

12giu11_chiusagra_2euro

Giorno dopo giorno si dispongono i pezzi del puzzle organizzativo turese. Se da una parte Turi si sveglia e si prepara alle attività primaverili, la macchina cittadina, politica e delle associaizoni, si muove in direzione della valorizzazione dei prodotti della nostra terra.

Come non pensare, in aprile, all'imminente primo e grande appuntamento della stagione, la Sagra della Ciliegia, vetrina e finestra della nostra comunità che richiama attenzioni da ogni lato della provincia e regione.
Nella serata di mercoledì 8 aprile si è svolta una riunione tra le associaizoni e l'amministrazione comunale, al fine di porre le basi di quella che sarà l'organizzazione della Sagra della Ciliegia Ferrovia, ha accolto le proposte di organizzazione.
"Come ho scritto nella lettera di convocazione – ha commentato Lavinia Orlando, vicesindaco e assessore alla cultura ed eventi - tutti quelli che avessero voluto dare il loro contributoall'organizzazione, potevano esprimerlo".

"Massima disponibilità da parte di molte associazioni turesi che non hanno mancato di palesare l'interesse a ricoprire un ruolo all'interno della Sagra e "due sono state le candidature di associaizoni capofila". Il comune, infatti, stringerà  un accordo di collaboraizone con una di queste che sarà a capo dell'intera macchina organizzativa del grande evento primaverile. A candidarsi sono state la Pro Loco e l'Associazione "Orpheo".
"Speravo che già ieri sera si arrivasse ad una conclusione, ma il tutto è stato slittato al prossimo lunedì" – ci conferma ancora Lavinia Orlando. Nel frattempo le due associazioni invieranno i loro programmi entro lunedì e in serata, quindi lunedì 13 aprile, avverrà la definizione di quella che sarà la programmazione della Sagra, sempre in un nuovo incontro con le associazioni.
Tutto questo, comunque, all'indomani di una nuova crisi all'interno del nuovo direttivo Pro Loco. Da più fronti giunge la voce delle dimissioni del consigliere Stefano Dell'Aera che raggiunto dai nostri microfoni non ha voluto rilasciare dichiarazioni. Cosa accadrà adesso all'associazione turistica? Quali saranno i risvolti di questa azione?

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI