Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

I“Malalingua” a Turi

20150128_113958_1

Lunedì 23 nell’Istituto Comprensivo di  Turi (BA), due attori dell’associazione culturale “MALALINGUA” di Molfetta hanno presentato una spettacolo teatrale dal titolo “LA GRAMMATICA DELLA FANTASIA”  a noi alunni di quinta della scuola primaria.
Una rappresentazione teatrale eccezionale, sia per il divertimento procurato a noi alunni che per la bravura degli attori, è stata presentata  nella sala teatro “C. Capobianco” del nostro Istituto Comprensivo “RESTA-DE DONATO GIANNINI” in  Turi a noi alunni di quinta della  scuola primaria e agli alunni delle classi prime della  Scuola Secondaria di 1° Grado.
I due attori, MARIANNA DE PINTO e MARCO GROSSI, ci hanno fatto divertire insegnandoci che è importante la lettura per stimolare  e alimentare la  fantasia. Il loro spettacolo si basava sull’improvvisazione di un racconto attingendo i dati relativi ai due personaggi senza nome e  senza storia creati da autori frettolosi. I due teatranti  prendevano spunto  per inventare il loro spettacolo,  dai nostri suggerimenti  scritti in precedenza su un foglio preparato appositamente. Le domande da noi compilate riguardavano:  i nomi dei personaggi, chi erano, cosa facevano, dove si trovavano, che cosa avevano detto, che cosa aveva detto la gente di loro e come andava a finire la storia. Successivamente Marianna e Marco hanno inventato un altro racconto attingendo da un “minestrone” di fiabe preso da un’idea di Gianni Rodari.  
Improvvisando continuamente è venuto fuori uno spettacolo esilarante, creativo,  coinvolgente e istruttivo.
Alla fine dello spettacolo noi alunni  gli abbiamo rivolto alcune domande a cui hanno risposto , facendoci capire che è importante allenare la mente alla fantasia. Questo è il messaggio che ci hanno trasmesso: ogni volta che s’immagina qualcosa, quello per noi diventa realtà. In pratica hanno paragonato la nostra mente a delle scatole d’immaginazione e di fantasia da dove attingere continuamente.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI