Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Cantine Coppi e Azienda Agricola Giuliani al Vinitaly di Verona

Lo stand delle Cantine Coppi al Pad. 12

Vito Donato Giuliani al Vinitaly 2015

Quando si parla di vino si fa presto a pensare all'eleganza, al profumo, alla raffinatezza o alla ricercatezza dei sapori. E se pensiamo al vino non possiamo non tralasciare uno degli appuntamenti più importanti del panorama enogastronomico italiano. È partita lo scroso 22 marzo, per terminare ieri, 25 marzo, la 49esima edizione del Vinitaly di Verona, la manifestazione di riferimento del settore vinicolo, con oltre 4 mila espositori, 155 mila visitatori, dei quali 56.000 esteri provenienti da 120 Paesi. A dare lustro al vino pugliese e soprattutto turese, l'Azienda Agricola Giuliani, appena tornata dal Prowein tedesco e le Cantine Coppi, che quest'anno hanno rinnovato l'interesse verso i vini locali da parte dei numerosi buyers nazionali ed internazionali.
Un risultato positivo da entrambe le aziende che portano a casa la conferma che il lavoro di squadra e la qualità della scelta e delle produzioni sono sempre premiati.
"I vini delle Cantine Coppi – commenta lo staff presente al salone di Verona - hanno visto rinnovarsi il forte interesse dei visitatori esteri. I nostri tesori pugliesi hanno fatto innamorare gli ospiti giunti anche da continenti lontani. Parlare con loro di Puglia, dei nostri territori, della rinomata passione della famiglia Coppi nel trasformare le migliori uve, in vino prelibato, è motivo di orgoglio e Lo stand delle Cantine Coppi al Pad. 12..soddisfazione".
Ma assieme ai grandi brand turesi, tanti i vini e le sensazioni portate in vetrina dalla Puglia, che si conferma leader nel settore vitivinicolo. Le aziende rappresentanti sono state ben 118, tutte in grado di firmare la ricchezza e la diversità offerte dal territorio, dalla Daunia al Salento passando per Murge, Valle d’Itria e Magna Grecia. “La Puglia del vino ha partecipato alla 49sima edizione del Vinitaly con un considerevole numero di produttori, storici e di nuova generazione, – ha affermato l’Assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni - a conferma dell'efficacia di questo appuntamento nel creare per le nostre aziende concrete opportunità di ampliamento dei network commerciali e di incremento del fatturato”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI