Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Il nuovo Patentino per i fitofarmaci è ancora un miraggio

Prodotti Fitosanitari

Il 3 febbraio viene pubblicato sul sito del Comune di Turi l’avviso che “la Regione Puglia - Ufficio Provinciale dell’Agricoltura ha comunicato che la programmazione delle attività volte al rilascio dell'autorizzazione ("Patentino") per l'acquisto ed impiego dei prodotti fitosanitari è momentaneamente sospesa, in attesa dell'adozione da parte della Giunta Regionale della delibera che definisca, a livello regionale, l'applicazione delle nuove procedure previste dal Piano di Azione Nazionale (PAN)”.

Come sapranno bene gli esperti del settore, la normativa per l’acquisto e l’utilizzo dei fitofarmaci in agricoltura è cambiata: le nuove disposizioni saranno rese chiare a coloro i quali verranno rilasciati i nuovi patentini. Tuttavia, le date dei nuovi corsi per ottenere la nuova certificazione non sono stati ancora stabiliti.  Questo costituisce un danno per gli agricoltori, i quali “continuano ad essere vessati  – ci spiega il consigliere Palmisano – La Giunta regionale se la sta prendendo comoda perché non c’è ancora una risposta in tal senso”.

Da quanto ci racconta Palmisano, come ogni anno l’Amministrazione avrebbe fatto richiesta alla Regione per i corsi sull’acquisto e utilizzo dei fitofarmaci e l’ottenimento del relativo patentino. Essendo inoltre cambiata la normativa, è probabile che sia cambiato anche l’iter, il tipo di formazione e i contenuti, ma il tutto brancola ancora nel buio.

A tal riguardo, il Consigliere ha deciso di scrivere una lettera al fine di sollecitare la Giunta alla discussione di questo argomento, “perché altrimenti molti agricoltori che hanno bisogno di fare fitoterapia non la possono fare, o perché il patentino è scaduto o perché non ce l’hanno ancora: pensiamo a un giovane agricoltore che ha iniziato quest’anno o a un agricoltore che ha piantato nuove piante, queste persone non possono al momento procedere al trattamento fitosanitario. Gli agricoltori sono vessati in ogni modo, ora gli manca solo di non poter intervenire legalmente e di incorrere pure nella sanzione”. 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI